A CINEMA E DONNE, OMAGGIO A DACIA MARAINI CON 'IO SONO MIA'

di Elisabetta Vagaggini
Film Io sono mia

Torna sul grande schermo il film-manifesto del femminismo, ispirato al libro 'Donne in guerra' di Dacia Maraini. Il festival prosegue al cinema La Compagnia di Firenze fino al 12 novembre

Il Festival Internazionale di Cinema e Donne, 39esima edizione, si tiene nel segno di due donne che hanno tracciato nuovi percorsi artistici, nel cinema e nella letteratura: Coline Serreau e Dacia Maraini.

Dopo l'inaugurazione di giovedì 8 sera, alla presenza della regista francese Coline Serreau - pioniera nel trattare temi di grande attualità, come le nuove genitorialità e le famiglie arcobaleno, nei suoi film 'Pourquoi pas?' e il famosissimo e copiato 'Tre uomini e una culla', attiva nella battaglia per la tutela ambientale in 'Solution locales pour un desordre globale' - il festival diretto da Paola Paoli e Maresa D'Arcangelo prosegue con un omaggio a una delle principali scrittrici italiane, Dacia Maraini.

Venerdì 10 Novembre, La Compagnia ospita il film-manifesto del femminismo in Italia, Io sono mia, di Sofia Scandurra (1977), ispirato al libro di Dacia Maraini, Donne in guerra, con Stefania Sandrelli, Maria Schneider, Michele Placido e Anna Henkel, interamente realizzato con un team tecnico tutto al femminile, che viene presentato in versione restaurata, alla presenza di Lorenza e Federica Scandurra, figlie della regista.

E' la storia dei coniugi Giacinto e Vannina Magro, romani, che si recano in vacanza in sud Italia, dove lei acquisterà una nuova consapevolezza e incontrerà nuovi amori che le daranno il coraggio, una volta tornata a Roma, di lasciare il marito, vivere da sola ed essere un esempio di donna emancipata dal ruolo di ancella del focolare, sottomessa al marito.

Dacia Maraini sarà ospite a Firenze del festival domenica 12 novembre, per un incontro aperto al pubblico (ore 19.00), in occasione del quale sarà proiettato il documentario del regista toscano Irish Braschi, 'Io sono nata viaggiando'.

In programma al festival inoltre, una carrellata di oltre quaranta film provenienti da Marocco, Francia, Portogallo, Svizzera e Italia. www.laboratorioimmaginedonna.it

09/11/2017