PRATO-BOLOGNA, DA SETTEMBRE PIÙ TRENI ANCHE PER LA SERA

Prato-Bologna, da settembre più treni anche per la sera

Saranno cinque i nuovi collegamenti tra le due regioni e serviranno aree ma e viaggeranno in orari finora scoperti dal servizio. Ceccarelli: 'Parte importante della Cura del ferro'

Da settembre arrivano nuovi treni e nuove corse (anche serali) per collegare Prato e Bologna.

Grazie ad un accordo tra le Regioni Toscana ed Emilia Romagna e condivise con Trenitalia, dall’11 settembre incrementerà l’offerta ferroviaria tra le due città. Saranno cinque i nuovi treni, 120 i km in più che i treni percorreranno rispetto ad oggi e oltre a questo, nuove fermate anche nelle aree che finora non potevano utilizzare il treno per i propri spostamenti e collegamenti  dopo le 21.30, orario dell’ultima corsa papabile per raggiungere Firenze - e poi Prato - da Bologna.

"Lavoriamo – ha commentato l'assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli - ad un costante miglioramento dei servizi con l'Emilia Romagna, puntando su una maggiore integrazione e su collegamenti diretti laddove è possibile. Oltre agli investimenti infrastrutturali sulle nostre linee e all'acquisto di nuovi treni, abbiamo introdotto anche una programmazione sempre più adeguata alle esigenze di mobilità dei territori. È una parte importante di quella che in Toscana abbiamo definito la "cura del ferro", per una mobilità più sostenibile".

Ma vediamo tutte le novità nel dettaglio:

I nuovi treni. Saranno cinque i nuovi treni istituiti. Due nuovi treni partiranno da Prato centrale in direzione Bologna: il primo alle 6.40, il secondo alle 8.40. Per il ritorno, sarà a disposizione dei pendolari un nuovo collegamento Bologna-Prato centrale con partenza dal capoluogo emiliano alle 7.10 e che fermerà anche nelle aree industriali intorno a Pianoro in una fascia oraria finora sguarnita di collegamenti ferroviari.

Collegamenti serali. Nella fascia serale sarà prolungata fino a Prato centrale la corsa del regionale 6531 che parte da Bologna alle 22.10. Finora terminava a San Benedetto Val di Sambro dove giungeva alle 22.51: dall'11 settembre proseguirà invece fino a Prato centrale.

La corsa di ritorno serale da San Benedetto val di Sambro a Bologna delle 22.59 - treno 6592, con utenza quasi nulla - verrà invece soppressa, e la sua funzione verrà assolta dal regionale 11634, in partenza da Firenze SMN alle 22.23 per Bologna centrale, cui verranno assegnate anche le fermate di Grizzana, Monzuno e Pianoro.

Altre modifiche alla circolazione. In virtù di questi nuovi collegamenti non si rendono più necessari alcuni convogli attualmente in esercizio sul versante toscano, che verranno quindi soppressi. Si tratta del 6476 in partenza alle 6.10 da Firenze Campo di Marte per Vernio, Montepiano, Cantagallo, che viene però mantenuto nella tratta da Firenze Campo Marte-Prato dato che da questa stazione si potrà proseguire verso Bologna con il nuovo treno che partirà da Prato alle 6.40. Verrà soppresso anche il treno 6409 delle 6.22 da Bologna a San Benedetto Val di Sambro. Il servizio delle 7.13 da San Benedetto Val di Sambro a Bologna sarà svolto, alla stessa ora, dal nuovo treno che partirà da Prato alle 6.40.

Coloro che utilizzavano il treno 6583 che partiva alle 8.14 da Vernio verso Firenze Campo di Marte, dall'11 settembre potranno salire su quello che partirà da Bologna alle 7.10, mentre la possibilità di proseguire verso Firenze sarà garantita dallo stesso 6583 che avrà origine da Prato verso Firenze Campo Marte, con le stesse fermate che effettua oggi.

Gli orari delle nuove corse sono in fase di esatta definizione. Gli orari esatti di partenza e di arrivo verranno indicati più a ridosso dell’11 settembre, quando entreranno in vigore le modifiche. Ad ogni modo, quella annunciata è indubbiamente una piccola - e positiva - rivoluzione per i pendolari che si spostano tra le due città, portat avanti dalle due Regioni per la volontà condivisa di creare relazioni più forti tra Prato e Bologna, venendo incontro alle richieste dell'utenza, e per privilegiare collegamenti diretti nelle fasce più utilizzate dai pendolari.

Tra l'altro proprio sulla linea Prato-Bologna, per migliorare il servizio ferroviario per i pendolari, sono attualmente in corso (e si protrarranno fino al 26 agosto) interventi di manutenzione straordinaria all’interno della galleria Monte Adone e lavori di adattamento del marciapiede nella stazione di San Benedetto Val di Sambro. A questo scopo, la circolazione è interrotta tra Pianoro e Vernio ma i collegamenti sono garantiti da un servizio sostitutivo con bus. Per maggiori dettagli si rimanda al sito di Trenitalia www.trenitalia.com.

 

14/08/2017