RESTAURI: I COLORI DI PAPA LEONE X DI RAFFAELLO IN CURA ALL'OPIFICIO

Restauri: i colori di Papa Leone X di Raffaello in cura all'Opificio

Il capolavoro del Rinascimento è in restauro fino al 2020 per recuperare la sua particolare ricchezza cromatica

Il Ritratto di Papa Leone X de' Medici di Raffaello, uno dei dipinti iconici del Rinascimento, sta perdendo i suoi colori: per questo la Galleria degli Uffizi dove è custodito il capolavoro è corsa ai ripari, portandolo d'urgenza all'Opificio delle pietre dure.
Qui un team di specialisti nell'arte del restauro, con un lungo e delicato intervento di recupero gli restituirà la sua tipica, ricchissima e caratterizzante gamma cromatica, lodata anche da Giorgio Vasari nelle sue Vite, che col tempo si è compreomessa: il dipinto infatto si è scurito e ha perso parte della lucentezza che ne esaltava i minuziosi dettagli.

L'opera restarà in restauro fino al 2020 e al suo ritorno, ha annunciato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, non tornerà nella sua attuale collocazione, nell'ambito delle sale rosse, ma verrà appeso in una sala dedicata a Raffaello, insieme alla Madonna del Cardellino e al Tondo Doni di Michelangelo.

"Sulle orme del successo universale del restauro dell'Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci, ritornato al Museo nel marzo scorso, è ora il turno di un altro capolavoro - ha commentato Schmidt - per il ritratto di Leone X di Raffaello che verrà sottoposto ad una serie di analisi sofisticate e al restauro in previsione delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte dell'artista nel 2020, non si può immaginare un'équipe più eccellente"

18/10/2017