A FIRENZE ARRIVANO I GREETERS
E IL TURISTA DIVENTA UN AMICO

di Ilaria Giannini
A Firenze arrivano i Greeters <br> E il turista diventa un amico

Dagli Stati Uniti sbarca nel capoluogo toscano il fenomeno dei cittadini volontari che svelano al viaggiatore i lati più autentici della loro città

Arrivi come ospite, riparti come amico. È questo la filosofia dei Greeters, il fenomeno che dagli Stati Uniti arriva anche a Firenze: si tratta di cittadini che in modo completamente gratuito accoglieranno i viaggiatori portandoli a spasso per la città, per scoprirne la vita quotidiana e le curiosità, dal negozio migliore dove fare shopping al ristorante perfetto per gustare una bistecca fino ai locali più trendy dove trascorrere la serata.

Il movimento Greeters, nato nel 1992 a New York, dopo Torino e Napoli arriva nel capoluogo toscano grazie a un gruppo di volontari che ha sperimentato direttamente negli Usa l’utilità della rete, per poi decidere di trasferire l’esperienza nella propria realtà. “Si tratta di una forma di accoglienza che niente ha a che vedere con l’attività delle guide turistiche – spigano i fondatori dei Greeters fiorentini, Andrea Palchetti, Ilaria La Mura, Giuseppe Vitale e Paolo D'Errico – siamo tutti volontari, possiamo accogliere pochi o singoli visitatori, non possiamo in alcun modo far visitare musei, chiese, monumenti e svolgiamo la nostra attivitò in modo del tutto gratuito. Il programma porta alla città vantaggi economici perché è in grado di attrarre turismo per la comunità e contribuisce a migliorare l’immagine della città improntandola all’accoglienza e alla cordialità”.

I Florence Greeters porteranno i turisti alla scoperta dei lati più autentici e genuini della città, aiutandoli nelle piccole attività pratiche come comprare i biglietti dei mezzi pubblici, indirizzandoli verso l’Ufficio Turismo, mostrando loro le particolarità e le curiosità del quartiere dove vivono. L’iniziativa è stata presentata ieri a Palazzo Vecchio e ha ricevuto il sostegno del Comune.
“Abbiamo subito appoggiato con grande interesse questa idea che ci è stata presentata: è l’idea di una città che accoglie e che si promuove – sottolinea l’assessore al turismo, Giovanni Bettarini – i Greeters sono dei fiorentini che amano Firenze e vogliono farla conoscere ai visitatori rendendola anche più aperta e accogliente. Pensiamo che sia anche attraverso iniziative di questo tipo che possiamo rendere Firenze più forte sul turismo”.


Per saperne di più: http://florence.greeters.info

28/11/2014