RIVER TO RIVER, TRA LE ANTICIPAZIONI, FILM DA OSCAR E LA MOSTRA

di Elisabetta Vagaggini
Film Newton

Il festival del cinema indiano si terrà dal 7 al 12 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze

Sarà Newton, il film di satira politica del regista Amit Masurkar, candidato dall’India agli Oscar come Miglior Film Straniero, ad inaugurare il 7 dicembre sera, al cinema La Compagnia di Firenze, la diciassettesima edizione del River to River Florence Indian Film Festival.

Diretto da Selvaggia Velo, il River to River è l'unica manifestazione interamente dedicata al cinema indiano in Italia e animerà la vita culturale toscana fino al 12 dicembre. Presentato alla 67esima  Berlinale, al Tribeca Film Festival e al Festival Internazionale del Cinema di Hong Kong, dove si è aggiudicato il premio della giuria, il film tratta con il registro della commedia il problema della violazione dei diritti umani in India. Corruzione e malaffare dei colletti bianchi del paese asiatico sono raccontati attraverso le vicende di un giovane e ingenuo impiegato, inviato a sorvegliare le elezioni in uno sperduto villaggio immerso nella foresta.

A presentare il film, giovedì 7 dicembre (20.30) sarà Manish Mundra, produttore del film e fondatore della casa di produzione indiana Drishyam Films.

Ma le anticipazioni del River to River 2017 non finiscono qui: il 9 dicembre alle 20.30 in anteprima italiana, ci sarà un altro titolo in lizza come Miglior film Straniero ai prossimi Academy Award, My Pure Land opera prima di Sarmad Masud. Il film, che rappresenterà il Regno Unito alla più nota competizione cinematografica al mondo (per la prima volta la Gran Bretagna seleziona un film in lingua Urdu come proprio rappresentante agli Academy), è un 'western femminista' tratto da fatti realmente avvenuti nel Pakistan rurale: la giovane Nazo che, rimasta sola con la madre e la sorella alla morte del padre e del fratello, si trova a lottare contro l’assedio di una milizia di 200 banditi per difendere la propira terra.

Annunciata inoltre la mostra fotografica del tedesco Wolfgang Zurborn, dal titolo Instant Kharma, che sarà inaugurata il 7 dicembre alle ore 18 allo spazio espositivo Fsmgallery, di Fondazione Studio Marangoni (via San Zanobi 19r, Firenze). Instant Kharma, visitabile gratuitamente fino al 31 gennaio, ritrae in 24 scatti le megalopoli come mix selvaggio di culture, con instantanee realizzate dal 2013 al 2015. Un fitto collage di segnali, propaganda, pubblicità, simboli religiosi, gente vestita in stili diversi, in un paese nel quale convivono consumismo, idoli moderni e onnipresenti  simboli religiosi della tradizione.

21/11/2017