BUY WINE, EDUCATIONAL IN VAL D'ORCIA, ALLA SCOPERTA DI UNA TERRA DIVINA

Buy Wine,  il Consorzio del vino Orcia accoglierà il 12 febbraio importatori da tutto il mondo, compresi Azerbaijan, Taiwan e Messico.

Il 12 febbraio Palazzo Chigi di San Quirico d'Orcia ospita 20 importatori provenienti da tutto il mondo: in programma degustazioni e incontri con i produttori locali

Un viaggio alla scoperta di uno dei territori del vino della Toscana, patrimonio Unesco. E' la Val d'Orcia che apre le sue porte agli importatori presenti a Buy Wine, uno dei più importanti appuntamenti b2b del settore vino, che si tiene a Firenze (9 e 10 febbraio). 

L'evento in Fortezza da Basso prevede infatti anche alcuni educational tour per i buyers, tra questi - il 12 febbraio - c'è l'iniziativa promossa dal Consorzio Vino Orcia che accoglierà a Palazzo Chigi di San Quirico d'Orcia, 20 importatori di 10 nazionalità diverse, fra cui Azerbaijan, Taiwan e Messico.

'Si tratta della quinta esperienza di incoming di buyers nel nostro territorio e riteniamo che sia di grande utilità per le cantine che fanno parte della denominazione Orcia per avvicinarsi ai mercati esteri e per ampliare il proprio portafoglio clienti'- spiega la presidente del Consorzio Donatella Cinelli Colombini.

Ad aprire la giornata sarà la presentazione della denominazione a cura della presidente e una master class di 9 vini Orcia guidata dalla sommelier professionista Suzanne Branciforte.  A seguire, i buyers incontreranno le aziende partecipanti (Atrivm, Bagnaia, Campotondo, Capitoni Marco, Donatella Cinelli Colombini, Loghi, Roberto Mascelloni, Poggio Grande e SassodiSole) in una degustazione “around the table", accompagnata da assaggi di prodotti tipici preparati dalla Bottega delle Carni (Sapore di Valdorcia) di San Quirico d’Orcia. E ancora, i buyers andranno in visita nelle cantine del vino Orcia insieme ai produttori e al termine della giornata pernotteranno nelle splendide strutture alberghiere di Capitano Hotel Collection a San Quirico d’Orcia.

 

08/02/2018