ECCO ROCK: IL TRENO REGIONALE NATO A PISTOIA PENSATO PER I PENDOLARI

di Chiara Bianchini
Ecco Rock: il treno regionale nato a Pistoia pensato per i pendolari

Arriverà in Toscana entro la fine del 2019 e potrà trasportare circa 600 passeggeri

È partita da Pistoia la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale dove è stato presentato il primo treno Rock, interamente made in Italy, realizzato nello stabilimento di Hitachi. Rock è innovativo, veloce e affidabile ed è la sintesi degli investimenti che il Gruppo di Ferrovie dello Stato sta portando avanti nel nostro Paese.

Un treno che ha radicalmente bruciato le tappe, è uscito dalla fabbrica pistoiese in soli 20 mesi ed è ora pronto per i test di omologazione e messa in esercizio, prima della consegna al committente Trenitalia.

Costruito attorno alle esigenze dei pendolari, racchiude importanti evoluzioni tecnologiche in termini di prestazioni e comfort per i viaggiatori. Il nuovo Rock è un treno a due piani composto da 5 carrozze, capace di trasportare 600 passeggeri seduti e di raggiungere i 160 km/h. Ha consumi per passeggero del 30% inferiori a quelli ottenuti finora e con i suoi 5 grammi di CO2 equivalenti si appresta ad essere il mezzo di trasporto a minor impatto ambientale d'Italia.

Un treno progettato per il benessere dei passeggeri, dotato di sedute più comode ed ergonomiche, ampi spazi per le bici, bagni accessibili ai portatori di handicap con anche una nursery dedicata ai neonati e di una rete wifi di bordo. Inoltre, per quanto riguarda la sicurezza, è dotato di un sistema di videocamere a circuito chiuso e fornisce informazioni ai passeggeri attraverso ampi monitor.

I primi 4 treni Rock arriveranno in Toscana entro la fine del 2019, ma non saranno gli unici la Regione Toscana è, infatti, al lavoro con Trenitalia al nuovo contratto di servizio della durata di 15 anni che prevede il rinnovo di tutta la flotta di treni viaggianti.

Una giornata importante, quindi, per lo stabilimento di Hitachi e per tutta Pistoia, un successo che ha le radici nella storia di questa città e di quella che è stata l’Ansaldo Breda. Città che è ora pronta ad accogliere le sfide del presente e del futuro nel settore dei trasporti con questo primo convoglio che esce dalla fabbrica e del lavoro con le opportunità occupazionali che offre.

 

18/04/2018