LA FLOTTA DI ATAF TRA LE PIÙ GIOVANI IN EUROPA, PRESENTATI 37 NUOVI AUTOBUS

di Chiara Bianchini
La flotta di Ataf tra le più giovani in Europa, presentati 37 nuovi autobus

Prosegue il rinnovamento della flotta Ataf per Firenze, presentati i nuovi mezzi a basse emissioni e videosorveglianza a bordo

Sono già in servizio i 37 nuovi autobus acquistati da Ataf per la città di Firenze e inaugurati ieri, giovedì 7 giugno, nel quartiere Le Piagge. Un investimento da 8,5 milioni di euro che consolida il processo di rinnovamento che sta portando avanti l’azienda di trasporto pubblico fiorentina per avere una flotta tra le più giovani in Europa, con un’età media che è scesa dai 10 anni del 2013 ai 7 di oggi.

Diventano 172 gli autobus acquistati dal 2013 ad oggi, portando importanti novità sia per gli standard del servizio che per la sicurezza dei viaggiatori e del personale di Ataf. I nuovi bus sono di varie tipologie per rispondere alle esigenze del servizio e della viabilità cittadina - 22 da 12 metri, 7 da 18 metri (molto capienti e pensati per le linee suburbane), 4 da 8 metri e 4 da 7 metri. Servizio pubblico che anche con l’entrata in servizio delle linee 2 e 3 della Tramvia, sarà riorganizzato e potenziato andando a aumentare i chilometri percorsi e coperti dagli autobus di Ataf.

Tante le novità e le caratteristiche innovative di questi nuovi bus, tra le più importanti c’è il sistema di video sorveglianza a bordo, che sarà esteso gradualmente anche su quelli già in servizio, per garantire maggiore sicurezza dei viaggiatori e del personale. Ogni autobus è poi dotato di grandi monitor che forniscono informazioni in tempo reale e notizie sull’infomobilità e sul traffico. Su questi schermi, inoltre, verrà proiettata una nuova campagna educativa per sensibilizzare i passeggeri sul corretto utilizzo dei mezzi pubblici (salita dalla porta anteriore, convalida obbligatoria di biglietto e abbonamento).

Non manca poi una nota di stile: la livrea di questi autobus è coordinata con quella dei mezzi extraurbani di Busitalia e dei treni regionali di Trenitalia proprio a sottolineare ai viaggiatori l’integrazione e l’intermodalità di questi diversi mezzi di trasporto.

Proseguono, così, in modo evidente i benefici del contratto ponte per il trasporto pubblico loicale della durata di due anni, sottoscritto dalla Regione e da One Scarl, la società che raccoglie gli attuali gestori del trasporto pubblico locale in Toscana, che anticipa l’esito della gara unica regionale per il tpl e sta portando su tutto il territorio regionale nuovi autobus, paline intelligenti e l'installazione dell’Avm su tutti i bus, per informazioni in tempo reale sui percorsi.

08/06/2018