A BTO È KEESY LA STARTUP ITALIANA PIÙ INNOVATIVA DEL SETTORE TRAVEL

A BTO è Keesy la startup italiana più innovativa del settore travel

Con la sua vittoria Keesy si è aggiudicata la partecipazione al Battleground di Phocuswright Europe 2018 ad Amsterdam

È Keesy la startup che si è aggiudicata la vittoria della seconda edizione di Startup Italian Open 2017, il progetto di BTO2017 prodotto da Travel Appeal e realizzato in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e PromoFirenze. Dopo la prima fase di selezione curata dal Comitato Scientifico composto dal Direttore Scientifico di BTO2017 | TEN Giancarlo Carniani, il CEO di Travel Appeal, Mirko Lalli e altri professionisti del mondo travel, sono state individuate le 14 startup più innovative del settore. Lazio, Sardegna, Trentino Alto Adige, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Liguria e anche contributi internazionali inglesi e spagnoli: questa la provenienza delle 14 realtà di questa edizione di Startup Italian Open 2017 che, divise in due gironi eliminatori, ieri, 29 novembre, si sono sfidate a colpi di pitch

Alla fase finale hanno avuto accesso quattro startup: Allergenio, GeeTrips, Keesy e Nice4power.  Keesy si è aggiudicata la vittoria assieme alla possibilità di partecipare a una vetrina internazionale come Battleground di Phocuswright Europe Conference 2018 ad Amsterdam, l’edizione europea del prestigioso evento mondiale di riferimento per tutta l’industria del turismo.

Keesy è il primo servizio di Check-In e Check-Out automatizzato per chi fa home sharing. Imprevisti o ritardi nell’accoglienza non sono più un problema. I Keesy Point, localizzati in punti strategici di arrivo come stazioni e aeroporti, sono aperti 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, per garantire la massima libertà di host e guest. Il servizio non si occupa solo del passaggio delle chiavi, ma gestisce in sicurezza anche tutti gli adempimenti burocratici più 'noiosi' e impegnativi, dalla raccolta dei documenti degli ospiti con il rilascio della relativa ricevuta, alla riscossione della tassa di soggiorno con la possibilità di inviarlo direttamente al proprio comune, rendendo il tutto automatico e gestibile anche a distanza, direttamente da cellulare, tablet o pc.

Le idee che si sono contese il podio di questa seconda edizione di Startup Italian Open 2017 miravano tutte a trovare soluzioni sia per gli operatori del settore, sia per i turisti. Per tutte un comun denominatore: risolvere problemi e aiutare gli attori della filiera turistica grazie al digitale. Dal concierge digitale al servizio automatizzato di Check-in e Check-Out, dal motore di ricerca per allergeni e a quello che dà visibilità a strutture che offrono servizi eco-friendly, dalla piattaforma per la ricerca di proposte educative di turismo scolastiche all’applicazione che permette di valutare i professionisti.

30/11/2017