DA STIA A MARINA DI PISA IN BICI: LA CICLOPISTA DELL'ARNO È REALTÀ

Da Stia a Marina di Pisa in bici: la Ciclopista dell'Arno è realtà

La Regione Toscana ha assegnato ulteriori 7 milioni a progetti di enti locali che permetteranno di completare (o quasi) la ciclovia, asse centrale per la mobilità sostenibile regionale

Entro il 2020 i 404 km della Ciclovia dell’Arno saranno percorribili. Abbinata al Sentiero di Bonifica, la ciclopista rappresenta l'asse centrale della mobilità ciclabile regionale. Nei giorni scorsi la Regione Toscana ha stanziato quasi 8 milioni e mezzo di euro di finanziamenti europei per i progetti presentati dai Comuni di San Miniato, Empoli, Cascina, Pisa, dalla Provincia di Arezzo e da quella di Livorno che avevano partecipato all’interno di due bandi inerenti la mobilità sostenibile. Eccetto il progetto della città labronica, tutti gli altri hanno riguardato la ciclopista dell'Arno che grazie alle risorse in arrivo (7 milioni, 187 mila e 500 euro) sarà completata entro il 2020. Lungarno in bici è il nome simbolico assegnato alla rete ciclabile che consentirà di viaggiare in sicurezza su due ruote dal Casentino fino a Marina di Pisa attraverso la Val di Chiana fino all'Umbria.

La Ciclopista dell'Arno è realtà e grazie a queste nuove risorse – ha spiegato l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli il 90% del tracciato è finanziato e realizzabile”.  Ad oggi, infatti, sono già percorribili 145 km, 40 in fase di realizzazione, e 181 saranno realizzati con questo nuovo finanziamento. Resta fuori solo un 10% per un totale di 38 km che si presentano particolarmente complessi per le pendenze presenti. 38 km che, comunque, sono allo studio della Regione e che dovrebbero rientrare nei finanziamenti che arriveranno da Roma per le ciclovie di interesse nazionale in quanto in quel punto il tracciato della Ciclovia dell’Arno si sovrappone a quello della Ciclopista del Sole che collega Verona a Firenze.

Inutile precisare che la Ciclovia dell’Arno sarà un volano per lo sviluppo economico e turistico dei territori attraversati dal suo tracciato (3 province, la città metropolitana di Firenze e 57 comuni) sia perché lungo il percorso si trovano oltre 40 stazioni ferroviarie e numerosi terminal bus, sia per l’incredibile bellezza paesaggistica nella quale si inserisce. “La bicicletta – ha aggiunto Ceccarelli – è il mezzo più sano e pulito ed è ben combinabile con il treno. Investire su grandi itinerari come quello dell’Arno e della Bonifica ha un doppio valore: può favorire lo sviluppo di un turismo sostenibile come avviene in molte parti d’Europa e al tempo stesso offrire itinerari sicuri e punti di scambio intermodali per gli spostamenti quotidiani dei cittadini”.

Le ultime risorse assegnate si vanno ad aggiungere ai finanziamenti già versati in precedenza per un totale di oltre 16 milioni che hanno smosso – complessivamente - oltre 23 milioni di risorse.

Ora la partita è quella della manutenzione della pista. La Regione Toscana si prenderà in carico il compito di coordinare i vari progetti locali della Ciclopista per uniformare sia i tracciati che la segnaletica e saranno previsti oneri di manutenzione per i quali la Regione comparteciperà con risorse che saranno messe nel bilancio 2018-2020.

Description for intoscana standard player

15/09/2017

La Ciclopista dell'Arno - il tracciato
La Ciclopista dell'Arno - il tracciato