A CONTATTO CON LA PISTOIA ARCHEOLOGICA

di Saverio Melegari
A contatto con la Pistoia archeologica

Due giorni dedicati alla scoperta di antichi reperti. Evento che rientra in "Le notti dell'archeologia"


C'è una Pistoia sicuramente diversa e che magari, proprio la maggior parte dei pistoiesi, non conosce. E' quella archeologica, che si riferisce ad un periodo decisamente lontano nel tempo e che sta alle origini di quella che è Pistoia oggi.

Per questo ci saranno due giorni dedicati a questo specifico ambito organizzato al Museo Civico in collaborazione con i musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi e la Soprintendenza archeologica della Toscana, propone il percorso Archeologia di Pistoia - Le origini della città: Etruschi, Liguri e Romani. Si tratta di un itinerario alla scoperta di siti e reperti archeologici conservati nei principali musei cittadini, a cura dell’associazione culturale Artemisia.

L’evento fa parte del programma di Le notti dell'Archeologia, una rassegna promossa da Regione Toscana che prevede, nel periodo dal 27 giugno al 2 agosto, aperture straordinarie serali ed eventi in musei, parchi e aree archeologiche della Toscana. Rientra inoltre nel calendario del Pistoia Festival 2015.

Questo il calendario relativo alla due giorni:

Si parte Giovedì  30 luglio visto che saranno approfondite la presenza etrusca in città e nel territorio pistoiese, l’arrivo delle popolazioni liguri e la guerra con Roma.

Il secondo appuntamento è per Venerdì  31 luglio verranno esaminati i segni della conquista romana: la costruzione della città, le strade, le mura, le abitazioni e altre tracce restituite dagli scavi archeologici che si sono susseguiti sin dal secolo scorso.

Gli itinerari si svolgeranno con orario che va dalle 17 alle 19. Sono previsti due turni di visita in contemporanea all'ex monastero di San Mercuriale, all'Antico Palazzo dei Vescovi e all'esposizione temporanea dei corredi funerari delle tombe liguri e romane di Vicciana, Mumigliana e Germinaia, conservati nei depositi del Museo Civico. L’evento è possibile grazie anche alla disponibilità del Tribunale di Pistoia che ha autorizzato l’accesso ai locali dell’ex monastero di San Mercuriale, oggi sede della Pretura.

Le visite guidate non dovranno superare il limite massimo di 25 persone per gruppo ed il limite minimo di età per partecipare è 10 anni. Ricordiamo inoltre che Palazzo dei Vescovi e Palazzo Comunale sono accessibili a tutti, mentre non lo è San Mercuriale.

Le visite sono gratuite ma bisogna prenotare chiamando il numero 0573 371279 o 0573 371277, oppure tramite mail agli indirizzi al.giachini@comune.pistoia.it o mt.giaconi@comune.pistoia.it

27/07/2015