ARTE, SIENA ACCOGLIE “IL BATTESIMO DI CRISTO” DI TIZIANO

Tiziano

In mostra nella Cripta sotto il Duomo dal 1 marzo al 31 agosto 2012 "Ex aqua et spiritu"

La cripta sotto il Duomo di Siena accoglierà, dal 1 marzo al 31 agosto 2012, come uno scrigno, uno fra i capolavori dell’arte italiana, Il Battesimo di Cristo di Tiziano proveniente dalla Pinacoteca Capitolina che, nell’ambito dei “Dialoghi”, sarà offerto al visitatore per un itinerario tra arte e fede.

L’evento, realizzato grazie alla collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico - Sovraintendenza ai Beni Culturali, è promosso dall’Opera della Metropolitana di Siena e dall’Arcidiocesi di Siena - Colle Val d’Elsa - Montalcino ed è organizzato da Opera Spa, società del Gruppo Civita.

L’eccezionale prestito dell’opera, che si allontana per la prima volta dalla sua tradizionale sede espositiva, è l’occasione per un dialogo tra il capolavoro di Tiziano, a cinquecento anni dalla sua esecuzione, e le opere permanenti del complesso monumentale del Duomo di Siena.
L’esposizione si inserisce in un progetto che coinvolge tutte le sedi museali del Complesso della Metropolitana di Siena, una delle più antiche istituzioni italiane ed europee ed ente che amministra il patrimonio del Complesso (OPA ONLUS), di cui la Cattedrale rappresenta il fulcro intorno alla quale gravitano luoghi di rilevante importanza storico-artistica come il Museo dell’Opera, il Battistero e la “Cripta”.

La Cripta, situata in posizione centrale rispetto a tutto il Complesso, è stata individuata come luogo idoneo per accogliere eventi espositivi che offrano l’occasione di creare un dialogo ideale tra il patrimonio senese ed il capolavoro ospitato
, così da incrementare l’offerta culturale della città per i senesi e per l’importante flusso turistico europeo ed extra europeo che ogni anno attraversa il Complesso del Duomo di Siena.

In occasione di quest’eccezionale evento, verranno anche presentati i NUOVI SERVIZI AGGIUNTIVI del complesso monumentale, realizzati da Opera della Metropolitana di Siena in partnership con Opera Spa Gruppo Civita al fine di una sempre maggiore valorizzazione di questo grandioso patrimonio culturale che ha visto infatti crescere, nel solo secondo semestre del 2011, l’affluenza dei visitatori a 835.773 rispetto ai 735.419 ingressi del 2010, con un incremento del 13,645%.

Nel corso di quest’ultimo anno, all’interno delle cinque sedi museali di cui si compone il complesso (Cattedrale, Museo dell’Opera, Battistero, Cripta e Oratorio), sono stati riorganizzati i servizi di accoglienza ed informazione e predisposti nuovi servizi di vigilanza e custodia.

I visitatori del Complesso Museale del Duomo di Siena, da quest’anno, hanno a disposizione video-guide multimediali mobili e video-guide fisse per ogni singolo monumento e l’opportunità di utilizzare, nell’ambito di ben 8 diversi percorsi didattici, il servizio di “tour guidati” e di tour guidati “personalizzati” disponibili in più di 10 lingue straniere svolti da guide specializzate delle associazioni Centro Guide e l’AGT di Siena; un servizio che, nella passata stagione estiva, ha riscosso un notevole successo con più di 150 visite.
A disposizione delle famiglie verrà presto attivato un servizio di accoglienza per bambini; all’interno della Cattedrale e del Museo dell’Opera due bookshop offrono, inoltre, una vasta gamma di prodotti studiati per ogni tipologia di pubblico, italiano e straniero. Anche l’immagine del Complesso Museale del Duomo di Siena ha subito quest’anno un nuovo restyling attraverso la creazione del brand “Divina Bellezza” che è stato alla base delle successive modifiche che caratterizzano l’attuale aspetto della biglietteria e della segnaletica esterna così come la realizzazione del nuovo portale internet.

Seguendo una politica di “semplificazione” è stato predisposto un nuovo “time-table” per l’apertura dei monumenti e offerta una bigliettazione adeguata a molteplici esigenze: ad esempio la creazione del biglietto “Family” che consente a famiglie numerose di poter accedere con agevolazioni.
Nuova organizzazione e allestimento di sistemi multimediali hanno riguardato anche l’oratorio di San Bernardino che ha visto rinnovare la propria veste di comunicazione e arricchirsi di contenuti.

L’introduzione dei “Dialoghi dell’Opera” permetterà inoltre di guardare all’Opera del Duomo di Siena come un nuovo contenitore di opere d’arte, capace di ospitare i grandi capolavori della storia dell’arte italiana, non tanto come semplici esposizioni temporanee ma come momenti di un originale e fertile confronto all’interno di un panorama fatto di universale storia, arte e fede.

29/02/2012