BORGO PIÙ BELLO D’ITALIA? LA SELEZIONE È ALTA. E MAI PER SEMPRE

Montefioralle - foto: i borghi più belli d'Italia

Come si entra a far parte dell’eccellenza dei piccoli Comuni

“L’iniziativa dell’Anci di costituire il Club dei Borghi più belli d’Italia è sorta con l’obiettivo di porre un freno al fenomeno dell’esodo dalle piccole realtà comunali, che ha come invitabile corollario il degrado edilizio dei borghi storici, la scarsa utilizzazione delle infrastrutture e la diminuzione delle attività e dei servizi. Così stiamo portando avanti una battaglia a favore dei piccoli Comuni, votati allo spopolamento” – così scrive il presidente del Club dei Borghi più belli d’Italia Fiorello Primi, nella presentare la X Assemblea nazionale che si tiene a Buonconvento dal 21 al 23 maggio prossimi.
E ricorda poi quali sono i requisiti richiesti per entrare a far parte dell’eccellenza dei piccoli comuni, perle del patrimonio artistico, culturale e della tradizione italiana. “Fatto salvo il parametro dei duemila abitanti nel centro storico e dei 15mila nell’intero comune– sottolinea Primi- la caratteristica principale che il borgo deve avere è un “dono di natura”, cioè un patrimonio storico, architettonico ed urbanistico di notevole entità. La bellezza – scrive ancora il presidente – non si eredita, come si eredita un bel volto o un buon carattere. Deve essere piuttosto valorizzata, aiutata, conservata”.

Il club ha tra i propri obiettivi il compito di individuare i piccoli Comuni solitamente esclusi dai circuiti turistici tradizionali, Comuni che abbiano una particolare identità e tipicità e che siano vocati ad uno sviluppo sostenibile, rispettoso del patrimonio abitativo antico e dell’edilizia locale tradizionale. La selezione per entrare nel Club dei Borghi più belli d’Italia è particolarmente alta e una volta soci, i comuni devono mantenere il “risultato” acquisito. “Ogni due anni – scrive infine il presidente Primi - i referenti del Club tornano a visitare nuovamente il borgo, per vedere se quanto promesso dalle amministrazioni, in occasione del primo incontro, è stato attuato”.

19/05/2010