GIULIANO AMATO A CAPO DEL SANT'ANNA

Giuliano Amato

Il nuovo presidente della prestigiosa scuola

L'Ex presidente del Consiglio dei Ministri è il nuovo Presidente della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, la stessa università dove si è laureato da giovane. La sua designazione è avvenuta martedì 21 febbraio durante la prima riunione del rinnovato Senato Accademico, su proposta del Rettore Maria Chiara Carrozza e secondo l’articolo 22 dello Statuto che stabilisce come il Presidente debba essere individuato tra le “personalità esterne alla Scuola, in possesso di comprovate competenze ed esperienze in campo scientifico e culturale”, che abbia “rivestito prestigiosi incarichi in organizzazioni pubbliche o private di rilievo nazionale o internazionale”.

La designazione di Giuliano Amato sarà formalizzata attraverso un decreto del Ministro per l’Istruzione, Università e Ricerca, Francesco Profumo. Giuliano Amato sarà adesso chiamato a presiedere il “Comitato di selezione” nominato dal Senato Accademico, per individuare la rosa di personalità da cui lo stesso Senato sceglierà i due Consiglieri di Amministrazione. “Sono particolarmente felice – ha commentato il Rettore Maria chiara Carrozza – per questa designazione e sono sicura che il Presidente Giuliano Amato farà il bene della Scuola Superiore Sant'Anna, in questo momento delicato e importante per il futuro del sistema italiano ed europeo”.

“La designazione di Giuliano Amato a presidente della Scuola Sant’Anna rappresenta una scelta di altissimo profilo ed è un’ottima premessa per una sempre più efficace valorizzazione di questa significativa esperienza nella Toscana che vuole crescere attraverso lo studio e la ricerca”. Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commentando la designazione di Amato al vertice della Scuola di perfezionamento con sede a Pisa. “La collaborazione da tempo in atto fra Regione Toscana, Università e Scuole superiori – prosegue Rossi – troverà adesso nuovi stimoli e nuove potenzialità. Al presidente Amato vanno le congratulazioni mie e di tutta la giunta regionale e gli auguri di buon lavoro”.

21/02/2012