INCUBATORI HI-TECH A PISA PER LA CITTADELLA GALILEIANA

cittadella galileiana

La città punta sul turismo scientifico con un progetto di riqualificazione da 3 milioni di euro

Incubatori e acceleratori d'impresa hi-tech, ma anche sede della Ludoteca scientifica e del Museo del calcolo. E' quanto sarà realizzato entro il settembre 2014 a Pisa, con il recupero delle ex stallette, con i progetti del Piuss e che insieme ai Vecchi Macelli, il cui recupero è già avviato da mesi, costituiranno la Cittadella Galileiana. Lo ha annunciato il sindaco di Pisa, Marco Fiilippeschi, presentando una riqualificazione che costerà circa 3 milioni.

"Sarà un luogo di attrazione per il turismo culturale e scientifico - ha aggiunto Filippeschi - e un centro delle scienze pisane collegato a Cittadella, museo delle antiche navi, gli Arsenali medicei e, in prospettiva, alla caserma Bechi Luserna che noi continuiamo a pensare quale punto d'arrivo dei flussi turistici".
Con quello appena iniziato, gli interventi già terminati o in corso di realizzazione con i progetti Piuss sono nove.

L'iniziativa prevede il recupero di un'ex area industriale del 1800, a ridosso delle mura, nata come pubblico macello. Un'area urbana in grave stato di degrado viene recuperata e integrata con il museo del calcolo e la ludoteca scientifica dentro un percorso turistico nel quale si innesta anche l'area della Cittadella con il museo delle navi romane, il business-center e i nuovi incubatori di imprese hi-tech. Tutto ciò per stimolare una valorizzazione del territorio nelle sue specificità scientifico-tecnologiche.

21/02/2012