LOTTA CONTRO I DISTURBI ALIMENTARI NASCE NUOVO CENTRO A GROSSETO

bilancia disturbi alimentari dieta

L'assessore alla salute della Regione Scaramuccia ha dato anche il via ai lavori per l'eliporto dell'ospedale

L’assessore al diritto alla salute della Toscana, Daniela Scaramuccia, ha inaugurato stamani a Grosseto, alla presenza del direttore generale della Asl 9 Fausto Mariotti e delle autorità locali, il Centro diurno “Il mandorlo”, per la cura dei disturbi del comportamento alimentare. La struttura, già operativa da circa due mesi, è gestita dal personale della Asl di Grosseto, in collaborazione con l’associazione “Perle onlus”, che da anni si occupa del sostegno alle persone che soffrono di queste patologie e alle loro famiglie. “Oggi è una giornata importante, perché si inaugura non solo una struttura, ma l’avvio di un percorso ancora più ampio, che vedrà la realizzazione di un Centro residenziale regionale a Castiglion della Pescaia” ha sottolineatob l'assessore.
Il centro “Il mandorlo” si trova all’interno dell’ospedale Misericordia di Grosseto e offre un trattamento intensivo di tipo semiresidenziale (è aperto dalle 7.45 alle 18.30) per 8 pazienti tra i 15 e i 30 anni, con programmi terapeutico-riabilitativi elaborati da un’équipe multidisciplinare e calibrati su ogni singolo caso.

Subito dopo, Daniela Scaramuccia ha dato il via ai lavori per la realizzazione del nuovo eliporto dell’ospedale. I lavori, che saranno completati in circa 4 mesi, comprendono l’elisuperficie abilitata 24 ore su 24, l’edificio per l’alloggio dell’equipaggio di Pegaso 2, l’hangar per il ricovero e la manutenzione dell’elicottero, il parcheggio, la viabilità di collegamento per i mezzi di soccorso. La superficie dell’intervento è di circa 10.000 metri quadrati. “L’inizio di questi lavori – ha detto l’assessore – è propedeutico alla realizzazione dell’ala nuova dell’ospedale. In Toscana, come vedete, si continua a investire. I tre pilastri su cui si fonda la nostra politica sanitaria sono qualità, ottimizzazione, investimenti. Nel triennio, nella sanità toscana ci saranno investimenti per 1.200 milioni”.

Una volta realizzati l’eliporto e il parcheggio, e liberata quindi l’area attualmente occupata da piazzola, hangar e strutture annesse, partiranno, molto probabilmente entro l’inizio dell’estate, i cantieri per la costruzione della nuova ala ospedaliera, per i quali sono in corso di espletamento le procedure burocratiche conclusive.

17/02/2012