NATURART SBARCA IN EMILIA ROMAGNA: IL 25 SETTEMBRE UN GRANDE EVENTO A ROCCHETTA MATTEI

di Saverio Melegari
Naturart sbarca in Emilia Romagna: il 25 settembre un grande evento a Rocchetta Mattei

Domenica 25 settembre nel celebre castello di Rocchetta Mattei, in provincia di Bologna, la nuova presentazione di Naturart

Un luogo unico, dai contorni orientali ed ottomani, un castello moresco nel cuore dell'Appennino Tosco Emiliano. Stiamo parlando di Rocchetta Mattei, poche centinaia di metri al di fuori dell'abitato di Riola, ma conosciuto in tutta Italia per le sue particolarità architettoniche e per la storia che c'è dietro a questa singolare costruzione.

E' proprio in questo castello che domenica 25 settembre ci sarà una presentazione speciale del numero 22 di Naturart, la rivista trimestrale edita dalla Giorgio Tesi Group e distribuita in 5.000 copie in 54 paesi nel mondo oltre che prodotto di promozione turistica sul territorio della provincia di Pistoia. In questa ultima uscita, infatti, il servizio principale è dedicato proprio alla storia di Rocchetta Mattei e quindi, in collaborazione con il Comune di Grizzana Morandi, è stato deciso di aprire le porte al castello per una domenica straordinaria.

Ma perché questo castello e perché il nome Mattei? L'inizio della costruzione risale al 1850 per un cruccio del conte Cesare Mattei che prima dette il via ai lavori per una costruzione in stile neo-medievale salvo poi scoprire, e rimanere folgorato, dallo stile moresco.

Il conte Mattei era fortemente legato a Papa Pio IX tanto da realizzare una visita del Pontefice a Riola con la relativa costruzione della camera Bianca a lui dedicata all'interno del castello. Mattei non era un nobile con semplici manie di grandezza, ma divenne anche un pioniere nel mondo della medicina alternativa sviluppando l'elettromeopatia che cominciò a praticare e teorizzare sfruttando ovviamente la Rocchetta per svolgere le sue funzioni. E, a livello di diffusione, il suo "credo" e le sue cure si espansero rapidamente tanto che il Conte Mattei fu citato da Dostoevskij ne "I Fratelli Karamazov" ed anche Gioacchino Rossini si rifugiò a Riola per le cure.

Dal 1873, però, iniziò la sua parabola discendente che si concluse con la sua morte il 3 aprile 1896 con addirittura, dice la storia, 7.000 persone che parteciparono ai suoi funerali. Un castello da visitare assolutamente ed una storia da farsi raccontare dalle guide del luogo da non perdere. 

INFO UTILI

Per le prenotazioni, che sono obbligatorie, basta inviare una mail a redazione@discoverpistoia.it o telefonare al 335/7771883 entro venerdì 23 settembre. Visto l'alto numero di adesioni, vi consigliamo di effettuare la vostra richiesta quanto prima.

Il costo di partecipazione è di 7 euro (i bambini sotto i 6 anni non pagano) ed al termine è compreso anche un aperitivo a buffet offerto dal Comune di Grizzana Morandi.

15/09/2016