MENINGITE: IL VADEMECUM IN 10 PUNTI DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Meningite: il vademecum in 10 punti del Ministero della Salute

Dieci domande e risposte per saperne di più sulla meningite che ribadisce ancora una volta che non c'è nessuna epidemia in Italia

Una guida in dieci punti che risponde alle domande più comuni sulla meningite e offre tutte le informazioni utili sulle vaccinazioni. Il vademecum online è stato stilato dal Ministero della Salute, l’Agenzia italiana del Farmaco e l’Istituto Superiore di Sanità e ribadisce che attualmente non c’è alcuna epidemia di meningite in Italia.

In base ai dati dell’Isituto Superiore di Sanità, nel 2015 e nel 2016 si sono verificati nel nostro paese quasi 200 casi per anno di malattia invasiva da meningococco, la maggior parte dei quali causati dai sierogrupppi B e C e l’andamento rispecchia il trend degli ultimi anni.
L’unica variazione epidemiologica negli ultimi due anni riguarda il focolaio di meningococco C presente in Toscana per cui la Regione ha immediatamente predisposto l’offerta gratuita della vaccinazione ad una ampia quota della popolazione. (Per informazioni sulle vaccinazioni in Toscana: www.regione.toscana.it)

I bambini piccoli (al di sotto dei 5 anni di età) e gli adolescenti, ma anche i giovani adulti, sono a rischio più elevato di contrarre infezione e malattia. Per quanto riguarda il sierogruppo B, la maggior parte dei casi si concentra fra i bambini più piccoli, al di sotto dell’anno di età. Il vaccino va somministrato solo alle fasce di popolazione raccomandate e a rischio per mantenere alta la protezione individuale e collettiva dalla malattia. È importante seguire il calendario vaccinale e consultare sempre il proprio medico in merito all’opportunità e alle tempistiche delle vaccinazioni.

Per leggere tutto il documento: www.salute.gov.it

11/01/2017