MURABILIA GUARDA L'ORIENTE: A LUCCA LE PIANTE E I GIARDINI DEL GIAPPONE

Murabilia a Lucca

La mostra-mercato del giardinaggio di qualità arriva alla diciottesima edizione. Sulle mura di Lucca, tre giorni di botanica e cultura. Manifestazione al via il 7 settembre

Si stanno ultimando i preparativi della diciottesima edizione di Murabilia, che si svolgerà sulle mura di Lucca tra venerdì 7 e domenica 9 settembre. La manifestazione, che da molti anni è un crocevia internazionale di saperi botanici, cultura paesaggistica e shopping verde qualificato, quest’anno offre più che mai un ventaglio di occasioni per uno specialissimo fine settimana full immersion tra piante, fiori, giardini, conferenze, animazioni.

Il tema portante di questa diciottesima edizione d’altronde propone una moltitudine di aspetti interessanti, spesso inediti, da offrire ai visitatori, anche non direttamente interessati al gardinaggio. “Sguardi a Oriente. Giappone” si rivelerà dunque per i giardinieri, ma anche per i semplici curiosi e per i turisti in visita a Lucca in quel fine settimana, una vera scoperta, ricca di sfaccettature “appetitose” che svelano qualcosa della lontana civiltà giapponese, della sensibilità del suo popolo per la natura e dei modi in cui si esprime la ricerca della felicità in Estremo Oriente. L’articolo 13 della costituzione giapponese recita d’altronde che tutti gli uomini hanno “diritto alla vita, alla libertà e al perseguimento della felicità” e per i giapponesi piante e paesaggi sembrano indispensabili in questo senso.

murabilia06

Si respirerà aria di Giappone nelle mostre allestite all’orto botanico, coinvolto a tutti gli effetti sin dagli esordi nello svolgimento di Murabilia. Le serre saranno sede della mostra “Crisantemo, ciliegio e peonie: lo splendore del Sol Levante nelle stampe giapponesi” con opere del Museo d’arte orientale Mazzocchi di Coccaglio (BS) e la mostra di illustrazione botanica “Botalia. I pomi d’oro” con il “ritratto” ad acquerello di agrumi di un raffinatissimo progetto dell’illustratrice Simonetta Occhipinti. E dal vero si potranno ammirare gli agrumi nella mostra pomologica di esemplare veri curata da uno dei migliori vivaisti italiani specializzati, Lenzi di Pescia. Molti visitatori scopriranno così che il mondo per noi ormai consueto di aranci e limoni ha le sue origini nel lontano Oriente.

Sempre all’orto botanico si potrà andare alla scoperta delle alghe marimo, curiose piccole sfere “danzanti” dall’aspetto di muschio vellutato che vivono in acqua e di certo avvicineranno i bambini (e tanti acquariofili) al piacere di tenere in casa una pianta speciale. Speciali a tutti gli effetti saranno le orchidee della collezione Fuukiran, le orchidee dei samurai. Piccole e meravigliose, sono state a lungo appannaggio dei nobili giapponesi e solo di recente sono diventate oggetto di coltivazione amatoriale in decine di varietà, miniaturizzate espressioni della ricerca nipponica di perfezione.

murabilia04

Ancora l’orto botanico, con la sua atmosfera raccolta e preziosa, sarà il luogo in cui si svolgerà il reading in ricordo di Pia Pera, la scrittrice lucchese morta prematuramente due anni fa. Chiunque abbia apprezzato i suoi libri e la sua capacità di dare parole ai sentimenti del giardiniere può partecipare, venerdì 7 settembre alle ore 18, leggendo a voce alta un brano scritto da Pia. Al termine, ci sarà un momento musicale curato dall’Associazione Musicale Lucchese. E domenica 9 settembre (ore 18) lo scrittore e poeta Tiziano Fratus, dopo la sua conferenza sugli alberi del Giappone prevista alle 17 nello spazio incontri (sotterranei Baluardo San Regolo) guiderà all’ombra dell’albero di gingko del’orto botanico una meditazione sulle orme di Dogen, monaco buddista del 1200 considerato il San Francesco del Giappone.

Se questi momenti intimi chiudono giorni di piante, incontri, shoppng, condivisione con coloro che amano il mondo del giardino, altri momenti sono stati organizzati per la gioia e l’incontro di movimento e di eccitante confusione. A cominciare dallo scambio dei semi, animato da associazioni provenenti da diverse parti d’Italia, ogni gruppo con un gruzzolo di semi da proporre. Le postazioni saranno fisse, ma i momenti chiave si avranno sabato e domenica tre volte al giorno (Baluardo San Regolo ore 11, ore 13 e 15), quando aprirà scatole e cartocci pieni di semi di tutto il mondo l’esploratore botanico americano Joseph Simcox. Ormai un amico di Murabilia: due anni fa, invitato la prima volta, ha fatto parlare di sé per la comunicatività, la presenza, il desiderio di incontro. Simcox parla piuttosto bene l’italiano e ha infinite storie da raccontare. Qualcosa dei suoi viaggi specializzatissimi racconterà nella conferenza sull’ultimo viaggio di esplorazione che ha fatto nei mesi scorsi in Giappone, dove tra l’altro è in uscita in edizione bilingue inglese-giapponese il suo libro sulle più strane piante commestibili del mondo.

murabilia03

Forte della propria vocazione internazionale, Murabilia ospiterà un’altra conferenza sulle piante del Giappone, tenuta da Michel Lumen, apprezzato vivaista francese che da anni regala a Murabilia le immagini e le sensazioni dei viaggi botanici compiuti in giro per il mondo (domenica, ore 15.30). E internazionali saranno i giurati che sceglieranno quali stand premiare, come l’esperto di orticoltura inglese dei Kew Gardens John Fielding e il tedesco Stefan Tischer, architetto paesaggista che presiederà la commissione di valutazione dei quattro giardini effimeri ammessi alla terza edizione di Mura Creative, il contest di paesaggismo che vestirà di creatività gli spalti tra i due baluardi coinvolti nella manifestazione.

E poi le piante, le vere protagoniste: tante, bellissime, rare e comuni, in mostra e in vendita. Per chi deve ricredersi sul ruolo dei crisantemi, a questa diciottesima edizione di Murabilia sarà dedicata una mostra scenografica di questi fiori, simbolo per i giapponesi di longevità, giovinezza e fortuna. Poi una mostra di 30 varietà di rare zucche giapponesi con la loro scheda botanica. Una curiosità: provengono da un paesino del Piemonte, Piozzo in provincia di Cuneo, in cui tutta la popolazione è coinvolta nella coltivazione di oltre 500 varietà di zucche per far festa il primo fine settimana di ottobre con una rinomata sagra regionale. Onorati dell’interessamento di Murabilia per il loro impegno botanico-orticolo da 25 anni, hanno concesso in anteprima le loro rarità giapponesi e si sono impegnati anche a presenziare allo scambio dei semi con la loro banca di semi di zucca. Si rinnoverà anche quest’anno, come da 18 anni, la mostra pomologica con campioni di frutta provenienti da tutta Italia: farà la gioia di chi si interessa di frutticoltura.

murabilia01

Infine tanti libri nuovi per parlare di piante, giardini e Giappone. Una favola tradizionale giapponese raccontata ai bambini nello spazio a loro dedicato per i laboratori e, per avvicinarli alla lettura, un tavolo a misura di bambini pieno di libri illustrati in tema da sfogliare. Per i grandi, nell’attiguo Spazio Piante e Saperi (Baluardo San Regolo) si avvicenderanno professori di botanica, paesaggisti e giornalisti, ognuno raccontando un libro nuovo. E Valentina Romano della Libreria della Natura di Milano, la più fornita ed esclusiva libreria specializzata italiana, ne racconterà ben dieci, da lei scelti, ça va sans dire, sul tema delle piante e dei giardini del Giappone.

murabilia02

 Murabilia – Mura in fiore 2018
www.murabilia.com
Dal 7 al 9 settembre 2018
Info: ingresso intero € 7, ridotto € 3 (over 65, minori tra 8 e 14 anni e diversamente abile con accompagnatore, Carta verde 2017 della rivista Vita in Campagna), gratuito minori di 8 anni. Abbonamento per 2 giorni: € 10; per 3 giorni € 16. Orari: venerdì, dalle ore 12 alle 19.30; sabato e domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30.

04/09/2018