Caretta Caretta in Toscana: scoperto un nuovo nido a Capalbio

Il nido è stato individuato sulla spiaggia di Macchiatonda, nella parte del litorale che fa parte dell'Oasi Wwf di Burano

Dopo l'avvistamento della scorsa settimana all'Isola del Giglio le Caretta Caretta tornano a farsi vedere sulle spiagge della Toscana. Questa volta è stato identificato infatti un nido di tartaruga sulla spiaggia di Macchiatonda a Capalbio, nella parte del litorale che fa parte dell'oasi Wwf di Burano. 

Il nido è stato scoperto nella giornata di ieri grazie alla segnalazione di un cittadino che ha avvistato la tartaruga marina sulla riva. Per questo, stamani, l'amministrazione comunale e i volontari del Wwf si sono recati sul posto per effettuare le verifiche e delimitare l'area per mettere in sicurezza il nido.

La zona scelta dalla tartaruga per deporre le uova si trova a circa 600 metri dagli stabilimenti balneari ed è stata recintata, per una superficie di circa 200 metri quadrati con dei picchetti, per evitare il passaggio e preservare il nido.

tartarughe caretta caretta

Il Comune sta predisponendo un'ordinanza per non mettere in pericolo la covata.
"Invitiamo tutti a fare attenzione, per salvaguardare la tartaruga e i suoi piccoli - dicono dall'amministrazione - questo evento testimonia come il nostro mare sia un habitat ideale per questa specie che sceglie spesso le nostre spiagge per generare nuove vite".
Le uova potranno schiudersi tra più di un mese, in un periodo che oscilla tra 45 e 70 giorni dalla deposizione. Le tartarughe spesso scelgono di nidificare dove sono nate e risentono molto dei cambiamenti introdotti dall'uomo. 

01/08/2020