Tignano Festival, focus su salvaguardia ambientale e pace

Inaugurazione il 3 luglio. Tra gli ospiti della kermesse anchde Stefano Mancuso a cui sarà consegnato il Premio per l'ambiente

Sono l'ambiente e la pace i grandi temi che faranno da fil rouge alla 32° edizione del Tignano Festival per l'Ambiente e l'Incontro tra i Popoli, patrocinata da Regione Toscana e Città Metropolitana, con il supporto di tanti partner.

L'inaugurazione è prevista per il 3 luglio con un concerto lirico in favore dell'associazione S.C.I.E. S.C.I.E. - Sul Cammino in Evoluzione aps, per iniziative di aiuto psicologico ai malati oncologici nell’azienda USL Toscana Centro. La soprano Sofia Folli e il baritono Alessandro Martinello saranno accompagnati al pianoforte da Alice Manuguerra. 

Venerdì 5 luglio ore 21:30 sarà la volta del Premio Incontro tra i Popoli a Thomas Torelli, regista, autore e produttore indipendente, per il film documentario “Choose Love”. L’Amore in ogni gesto quotidiano come strategia di cambiamento ed evoluzione; il valore del perdono, i suoi benefici per la salute fisica, mentale e spirituale. Interviste di Anna Polin. 

Domenica 7 luglio spazio all'incontro “Rifiuti Zero” con Rossano Ercolini, Goldman Environmental Prize (Nobel alternativo per l'Ambiente) nel 2013, presidente di Zero Waste Europe e Zero Waste Italy. Interventi a cura di Laura Lo Presti del Centro Rifiuti Zero di Capannori. Ingresso libero.

Mercoledì 10 luglio in scena “Canzoni per Madre Terra” con Federico Sirianni, cantautore, autore, storyteller, uno dei più quotati esponenti della canzone d’autore italiana, erede della storica generazione della “scuola genovese”. Insieme a lui Liana Marino, cantante, chitarrista, autrice e interprete raffinata. Ingresso libero.

Teatro e musica giovedì 11 luglio ore 21:30 con “L'Uomo che piantava gli alberi” dal racconto di Jean Jono. Narratore Andrea Bruni, ambientazione sonora a cura di Gigi Biolcati e Alessandro Luchi. Introduzione allo spettacolo di Dario Boldrini. 

Domenica 14 luglio ore 21:30 l'incontro “Pesticidi e salute” con gli esperti Patrizia Gentilini, Giunta nazionale ISDE Medici per l'Ambiente, Maria Grazia Mammuccini, vice presidente di Federbio, Edoardo Prestanti, sindaco del Comune di Carmignano (libero da pesticidi) e rappresentante del Biodistretto del Montalbano, Stefano Santarelli, direttore di Gal Start. 

Giovedì 18 luglio ore 21:30 sarò consegnato il Premio per l'Ambiente a Stefano Mancuso, biologo e curatore de La Nazione delle Piante. Neurobiologo vegetale e appassionato divulgatore, è stato inserito dal «New Yorker» nella classifica dei “world changers” ed è una tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e divulgare una nuova verità sulle piante. 

La chiusura del festival è prevista per sabato 20 luglio ore 21:30 con “Le Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi interpretate dall'Orchestra da Camera Fiorentina. 

 

28/06/2019