A Carrara arriva il videogame che insegna a salvaguardare l'ambiente

Ideato da Nausicaa, multiservizi del Comune di Carrara, il videogioco è pensato per sensibilizzare gli alunni delle scuole primarie

Un videogioco tutto ambientato in Toscana per difendere l'ambiente dall'invasione dei rifiuti. Lo ha progettato Nausicaa, multiservizi del Comune di Carrara, che ha presentato l'innovativo videogame lo scorso 5 giugno, in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente, facendolo testare agli alunni delle scuole primarie della città.

Sono 700 i bambini che hanno gareggiato insieme, provenienti da 15 scuole diverse, e hanno vestito virtualmente i panni del supereroe impegnato a ripulire la Carrara del 2030 dalla spazzatura. 'The different project', è il titolo del videogame con cui ci si può sfidare cercando di completare il primo livello del gioco nel minor tempo possibile.

L'obiettivo è raccogliere, attraverso il supereroe protagonista, la spazzatura sparsa nei luoghi più famosi di Carrara e sconfiggere i mostri, creature ibride composte da rifiuti. Il videogioco è composto da cinque livelli dedicati non solo a Carrara ma anche ad altre zone della Toscana come Lucca e l'Isola d'Elba. La colonna sonora del gioco è stata composta da un gruppo locale, i Rojablorek di Massa. Tutti i bambini sono stati invitati a continuare a giocare sul sito www.nausicaacarrara.it, dove chiunque può cimentarsi nel videogame.

08/06/2019