A San Quirico d'Orcia arriva il cimitero d'artisti di Cattelan

L'istallazione sarà protagonista fino al 28 settembre della 48ma edizione di 'Forme nel verde' presso gli Horti Leonini

Un 'cimitero di artisti', da Caravaggio a Klimt, da Manzoni a Beuys, da Magritte a Burri e naturalmente la sua lapide, dissacratoria come non mai. Si intitola 'Eternity', la nuova opera di Maurizio Cattelan, che sarà protagonista della 48ma edizione di 'Forme nel verde', rassegna di arte contemporanea del Comune di San Quirico d'Orcia (Siena) dal titolo 'Pause, tra caos e armonia'.

L'opera, inaugurata nei giardini dell'Accademia delle belle arti di Carrara ad aprile, per la prima volta potrà essere ammirata negli Horti Leonini di San Quirico d'Orcia. Oltre 100 lapidi realizzate dai giovani artisti dell'Accademia di belle arti di Carrara chiamati da Cattelan a cimentarsi, con una borsa di studio, sul tema della morte con la specifica di essere riferite ad artisti del passato o del presente. Su ogni oggetto, realizzato in marmo oppure in qualsiasi altro materiale, figura il nome dell'artista prescelto e le date di nascita o di morte (per gli artisti viventi, quella presunta).

La mostra sarà visitabile fino al 28 settembre, con i seguenti orari: Horti Leonini: 08:00-20:00, Palazzo Chigi: 10:30-18:00.

Per informazioni: www.formenelverde.wordpress.com 

27/07/2018