Arte: riapre al pubblico la collezione della Fondazione Cr Firenze

Tornano le visite gratuite ogni terzo fine settimana del mese alle raccolta che comprende capolavori di Giotto, Filippino Lippi, Vasari, Primo Conti e Ruggero Panerai

La collezione d'arte della Fondazione Cr Firenze apre nuovamente al pubblico, per il quarto anno, con visite guidate gratuite ogni terzo fine settimana del mese. Tra le opere presenti nella sede della Fondazione, in via Bufalini a Firenze, è possibile ammirare capolavori di Giotto, Filippino Lippi, Vasari, Primo Conti e Ruggero Panerai e, in particolare, le due recenti acquisizioni: "Ritorno dalle corse alle Cascine" (1885) e "Piazza San Gallo a Firenze". A condurre le visite guidate sono sei storici dell'arte, tutti under 40.

Le aperture rappresentano la nuova edizione del progetto "In collezione. Un percorso d'arte dal XIII al XX secolo" col quale la Fondazione presenta la parte più preziosa della propria raccolta. Le precedenti edizioni hanno registrato 11.300 visitatori, quasi 500 gruppi provenienti per la maggior parte da Firenze e dalla Toscana ed hanno raggiunto la quota di un milione le visualizzazioni delle iniziative online. "In collezione" è stato anche inserito in un progetto di alternanza scuola lavoro che ha coinvolto 130 studenti. Ogni sala racconta un episodio della storia figurativa italiana e in particolar modo toscana, dal XIII al XX secolo.

"Il progetto 'In Collezione' - afferma Luigi Salvadori, presidente di Fondazione Cr Firenze - rappresenta non solo un'opportunità importante di conoscenza artistica ma è senz'altro lo specchio di una nuova era della Fondazione, inaugurata dal mio predecessore Umberto Tombari. La Fondazione vuole essere infatti un'istituzione sempre più aperta verso la città e capace di dialogare con i cittadini. Per questo siamo lieti di rinnovare le aperture al pubblico della collezione d'arte ed in particolare vogliamo che siano occasioni di inclusione e dialogo".

14/01/2020