Palazzo Strozzi: Instagram censura il video della mostra di Goncharova

Il social network ha censurato il video promozionale dell'esposizione della pittrice russa che si tiene dal 28 settembre nel museo fiorentino

Instagram ha censurato il video promozionale della mostra che celebra Natalia Goncharova e che si terrà dal prossimo 28 settembre al 12 gennaio del 2020 a Palazzo Strozzi a Firenze. Il social network ha impedito la pubblicazione di un video promozionale dedicato all'opera della pittrice russa a causa di "immagini raffiguranti nudità e porzioni di pelle eccessive".

Lo denuncia la Fondazione Palazzo Strozzi precisando che il riferimento è all'opera Modella (su sfondo blu) che sarà esposta nella rassegna. Natalia Goncharova, evidenzia Palazzo Strozzi, "viene censurata oggi come nel 1910 quando in Russia fu la prima donna a esporre dipinti di nudi femminili mostrando il suo spirito anticonformista. Fu accusata e processata per offesa alla pubblica morale e pornografia ma venne sempre assolta".

"Come successo l'anno scorso con Marina Abramovic anche Natalia Goncharova, artista delle avanguardie di primo Novecento viene censurata dai social media. Si può dire che, dopo oltre un secolo, l'opera di Natalia riesce ancora a scandalizzare come aveva fatto ai suoi tempi...", afferma Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione.

La grande retrospettiva di Palazzo Strozzi ripercorre la vita controccorente di Goncharova e la sua ricca e poliedrica produzione, che viene messa a confronto con capolavori di artisti come Paul Gauguin, Henri Matisse, Pablo Picasso e Umberto Boccioni. Un viaggio nell'arte tra la campagna russa, Mosca e Parigi, attraverso 130 opere per scoprire le vicende e il percorso artistico di una pittrice che seppe fondere insieme Oriente e Occidente.

28/08/2019