San Miniato, il Dramma Popolare omaggia Leonardo da Vinci

di Marta Mancini

Lo storico festival teatrale celebra il Genio con uno spettacolo, in programma in Piazza Duomo dal 18 al 24 luglio, ispirato al Cenacolo

Si dice Leonardo da Vinci e si pensa subito a una delle sue celebri opere: la rappresentazione dell’Ultima Cena. Proprio a questo affresco è dedicato “Cenacolo 12+1”, uno spettacolo ispirato al Genio in programma dal 18 al 24 luglio a San Miniato per il Dramma Popolare.

Cenacolo 12+1 è un racconto scenico attorno ad una delle più sfuggenti e complesse personalità della storia rinascimentale. Il regista Michele Sinisi realizza dodici racconti legati ciascuno ad un aneddoto riguardante il celebre Cenacolo leonardiano. Il +1 in eccesso, invece, è collegato alla figura del Cristo, che esce dal calcolo: un po' come Leonardo esce dalla dimensione strettamente 'artistica' per entrare in quella della leggenda.

Queste storie - grazie ai cinque attori Stefano Braschi, Giuditta Mingucci, Stefania Medri, Donato Paternoster e Gianni D’Addario - narrano vicende attraverso le più svariate epoche: dalla prima cena dei frati in refettorio di fronte all'affresco appena ultimato, all'arrivo delle truppe napoleoniche che usano le facce degli apostoli come bersagli per ammazzare il tempo, per poi passare ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e ai successivi restauri.

La 73esima edizione del Dramma Popolare rende omaggio alla figura di Leonardo nell’anno del cinquecentenario dell’anniversario della sua morte. Il festival, tra i più antichi d’Italia, porta in scena i testi appartenenti alla drammaturgia del “Teatro dello Spirito”, rivolto alla ricerca del senso e del significato della vita. Non un teatro confessionale, ma un dramma autenticamente popolare.

 

Info: drammapopolare.it

28/06/2019