Ferragosto al museo: cinque mostre da non perdere

di Costanza Baldini

Non solo mare e grigliate, il 15 agosto può essere l'occasione per un'immersione nella cultura

Chi ha detto che Ferragosto è solo mare, grigliate, castelli di sabbia e falò sulla spiaggia? Per chi resta nelle città toscane può essere l'occasione per visitare in totale tranquillità una mostra. Il difficile è scegliere quale nella ricca offerta culturale della nostra regione! Ecco cinque mostre scelte da intoscana.it

Il complesso museale di Santa Maria della Scala a Siena rende omaggio con una grande mostra al maestro Nobuyoshi Araki. L'esposizione celebra gli oltre 50 anni di attività (è del 1965 la sua prima mostra) con una selezione di 2.200 opere che ripercorre il suo lungo percorso artistico offrendo un panorama pressoché completo sulla sua sterminata produzione.



Torna per la nona edizione Cortona On The Move, il festival che ogni anno porta in Toscana il meglio della fotografia contemporanea internazionale. Dall'11 luglio al 29 settembre ben 31 mostre saranno dislocate tra il centro storico della città e la Fortezza Medicea del Girifalco. Il tema scelto quest'anno è la relazione tra le persone, il paesaggio e il territorio. Il modo in cui trasformiamo i luoghi parla di noi, l'ambiente che ci circonda riflette il nostro modo di pensare, le nostre azioni e la nostra storia.



È Gian Alfonso Pacinotti in arte Gipi il protagonista della mostra estiva di Palazzo Blu a Pisa. Gipi è un talento poliedrico e uno dei maggiori protagonisti della scena culturale italiana. La mostra, dal titolo ‘Gipi. Storie d’artista’ propone un’ampia selezione di tavole originali, oltre novanta disegni, da alcuni dei suoi maggiori successi come Esterno notte, La terra dei figli, unastoria, Appunti per una storia di guerra. Una selezione di opere, a cura di Giorgio Bacci, che permette di entrare nel mondo creativo dell’artista.



Un viaggio visivo che stimola riflessioni su temi umanitari, su utopie sociali, su valori al di sopra delle leggi: è la mostra 'Make art not war' dello street artist Shepard Fairey in arte Obey. La rassegna è ospitata a Palazzo Medici Riccardi di Firenze, in esposizione grandi opere e piccole serigrafie dello street artist amato da Obama, che toccano temi di attualità come la donna, l'ambiente, la pace, e la cultura.

Forte Belvedere sotto la direzione artistica di Sergio Risaliti, ha ospitato in passato sui suoi bastioni che dominano Firenze artisti del calibro di Zhang Huan, Giuseppe Penone, Antony Gormley, Jan Fabre, Eliseo Mattiacci. Per l’estate 2019 ospita quest'anno due importanti artisti italiani: Massimo Listri con la mostra ‘A perfect day’, e Davide Rivalta con ‘My land’.

05/08/2019