Riapre Forte Belvedere con le mostre di Listri e Rivalta

Dal 29 giugno al 20 ottobre a Firenze la grande arte contemporanea torna protagonista per l'estate al Forte

Zhang Huan, Giuseppe Penone, Antony Gormley, Jan Fabre, Eliseo Mattiacci sono solo alcuni degli artisti di fama mondiale che negli ultimi anni ha ospitato il Forte Belvedere a Firenze affermandosi come uno dei più importanti centri espositivi a livello internazionale sotto la direzione artistica di Sergio Risaliti. Quest’anno riaprirà il 29 giugno, con grandi novità, a cominciare dalla fusione scientifica e culturale tra Forte di Belvedere e Museo Novecentodue nuove sale espositive all’interno del Forte, in aggiunta a quelle della Palazzina.

Il cuore del programma estivo è ancora una volta la grande arte contemporanea: il Forte Belvedere ospita quest'anno due importanti artisti italiani: Massimo Listri con la mostra A perfect day, e Davide Rivalta con My land.



Massimo Listri, conosciuto in tutto il mondo per la qualità concettuale e poetica delle sue immagini, dopo gli esordi da ritrattista, è oggi considerato maestro riconosciuto della fotografia di architettura e di ambiente. Al primo piano della palazzina del Forte saranno esposte 25 sue fotografie di grande formato realizzate al Convento di San Marco, agli Uffizi, a Palazzo Vecchio e a San Lorenzo. Una galleria di vedute fiorentine, tutti interni, luoghi di conclamata bellezza e notorietà, assieme ad altri spazi storici e industriali in città e nelle aree limitrofe, di cui Listri sa cogliere la qualità formale, omologandoli teatralmente alla sua grammatica visiva che nulla concede all’idealizzazione e alla nostalgia. Infatti, appropriandosene con un linguaggio fotografico modernista, Listri toglie sia al glorioso passato della città rinascimentale sia alla Firenze otto-novecentesca quella vernice romantica, antiquariale, schiava dal gusto più accademico e neoclassicheggiante, che dalla seconda metà dell’Ottocento ha messo in cornice la culla del Rinascimento. Quell’immagine ‘musealizzata’ o ‘cartolinizzata’ di Firenze, scaduta nella versione più feticistica e commerciale del godimento turistico di massa, cui proprio Listri si oppone traducendo in un fuori tempo astratto i segni del passato. Accade, dunque, che nelle sue opere l’assoluto e la magnificenza siano vivi e irraggiungibili come linguaggio, come codice, piuttosto che fossilizzati nell’illusione di uno stile.

Davide Rivalta è un artista capace di sovvertire la riproduzione figurativa del mondo animale, suo genere d’elezione, con sculture in bronzo in cui l’alterità del soggetto, più che apparire riprodotta secondo argomenti tradizionali e imitativi, sembra essere diversamente presente e reale. Sui bastioni e all’interno del Forte saranno esposte dodici sculture di grandi dimensioni in metallo, oltre a un wall painting, anzi wall drawing, che trasformerà le quattro sale del seminterrato in una grotta di Lascaux. Gli spalti esterni, tra terrazze e aree verdi, saranno popolati da dieci bufale, un’aquila, un rinoceronte e due lupi. Presenze indomite, quasi senza tempo, in un’invasione ‘barbara’, ‘selvaggia’ degli spazi trasformati da giardino in spazio libero.  A far da richiamo alle opere del Forte, gli animali di Rivalta invaderanno anche altri luoghi della città: un suo secondo rinoceronte sarà visibile nello spazio esterno della Cavea del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, mentre un orso occuperà prossimamente il loggiato del Museo Novecento.

Il biglietto del Forte di Belvedere dà diritto all’ingresso gratuito al Museo Novecento e viceversa.

Orari
h11.00-20.00. Ultimo ingresso ore 19.00. Chiuso il lunedì.

Biglietti
€ 3,00 Intero. € 2,00 Ridotto (18-25 anni). € 2,00 Forte di Belvedere Card (riservata ai residenti della Città Metropolitana di Firenze. Dopo il primo acquisto dà diritto all'accesso illimitato al Forte fino al 20 ottobre 2019). Gratuito - Minori di 18 anni, possessori della Forte di Belvedere Card, Firenze Card.

Visite guidate e attività
€ 3,00 intero; €1,50 ridotto per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze. Le visite guidate permetteranno di scoprire la mostra dei due artisti e la storia del Forte di Belvedere, inclusa la mai vista “stanza del tesoro”. Visite tutti i sabati pomeriggio alle 16.30 e alle 18 e la domenica mattina alle 11 e alle 12.30.

Sconti e Convenzioni
Presentando al Forte di Belvedere il biglietto di ingresso del Museo Novecento, si ha diritto all’ingresso gratuito. Viceversa il biglietto del Forte di Belvedere dà diritto all’ingresso gratuito al Museo Novecento. Per i soci Unicoop Firenze ingresso “2x1”: esibendo la tessera socio in biglietteria si ha diritto all’accesso con la formula “due biglietti al costo di uno”. Nei mesi di luglio, agosto e settembre le visite guidate del sabato pomeriggio sono offerte da Unicoop Firenze.

28/06/2019