Street art: ecco Giommy, la statua con lo smartphone di Santa Croce

L'opera dell'artista Giovanni da Monreale raffigura un bambino che gioca a un videogame: è stata commissionata dall’azienda Masoni e donata al Comune

Da lontano può sembrare davvero un ragazzo con in mano uno smartphone, invece è un’opera di street art quella che da qualche giorno si trova a Santa Croce sull’Arno. La statua #GIOMmy, firmata dell’artista Giovanni da Monreale, è stata donata dalla Masoni Industria Conciaria al Comune e installata nella piazza davanti all’azienda.

L’opera raffigura un bambino seduto sulla panchina, mentre è intento a giocare ad un videogame sul proprio smartphone e fa parte del progetto “Games”, con cui Giovanni da Monreale rappresenta semplici scene di vita quotidiana con cui si pone l’obiettivo sia di innescare una riflessione sulla contemporaneità sia di dare nuova luce ed energia ai centri urbani.

#GIOMmy è un connubio tra street-art, tecnologia e sociologia e vuole far riflettere sull’uso dei devices, che ormai è entrato a far parte nella quotidianità di tutte le generazioni: i giovani giocano ed esplorano il mondo del web, i genitori li usano per dialogare tra loro e per avere un filo diretto con i figli, la terza età per rimanere attivi leggendo e-book, curiosando i profili di figli e nipoti. I social, in poco tempo, hanno cambiato le dinamiche relazionali delle vecchie generazioni e hanno fortemente influenzato lo sviluppo delle nuove, segnando una rivoluzione radicale della comunicazione.

Giovanni da Monreale, nato in Sicilia e trapiantato da molti anni in Toscana, ha collaborato per anni con artisti e laboratori della Versilia e ha fondato la propria officina-laboratorio a Pietrasanta, dove nel 2013 ha installato il primo progetto di recupero urbano nel 2013. Le sue sculture in vetroresina oggi si trovano a Bologna, Torino, Livorno, Genova e Lucca.

26/10/2019