LE MACCHINE DI LEONARDO: TRACCE DEL GENIO SULLA MONTAGNA PISTOIESE

Le macchine di Leonardo: tracce del genio sulla montagna pistoiese

In mostra fino al 1° settembre 2019 una ricca selezione di modellini leonardiani realizzati dall'architetto Andrea Neri con la supervisione del professor Carlo Pedretti

L’Ecomuseo della Montagna Pistoiese ha curato la mostra "Le macchine di Leonardo: tracce del Genio sulla Montagna Pistoiese", organizzata presso palazzo Achilli come omaggio al cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci (1519-2019). La mostra vede l’esposizione temporanea di una ricca selezione di modellini leonardiani, realizzati dall'architetto Andrea Neri con la supervisione del professor Carlo Pedretti, considerato massimo esperto della figura di Leonardo.

Il progetto supera la semplice volontà di presentare e indagare i lavori dell'ingegno del Maestro; nasce infatti con l’intento di coniugare i suoi studi (lavorazione del ferro, energia idraulica, tecniche di molitura, opere di ingegneria militare) con il territorio e gli itinerari dell’Ecomuseo, invitando a una lettura in chiave leonardiana dei luoghi, che presentano legami diretti e indiretti con Leonardo.

Palazzo Achilli si pone quindi come punto di partenza per un viaggio, attraverso la Montagna Pistoiese, sulle tracce del Genio di Vinci: ad Orsigna si osservano il Molino di Giamba e i ponti costruiti su suo disegno; al Museo della Gente dell'Appennino Pistoiese di Rivoreta si sperimenta la manualità costruendo il paracadute (uno dei suoi primi progetti di volo); al Museo del Ferro di Pontepetri e la Ferriera di Maresca si possono comprendere tematiche da lui approfondite, come lo sfruttamento dell’energia idraulica e la lavorazione del ferro; al MUNAP di Gavinana si apprende come da Vinci, attraverso l’osservazione degli uccelli e dei chirotteri e la conoscenza degli elementi atmosferici, elaborasse i suoi progetti di ala e presso la Pieve di Santa Maria Assunta di Gavinana, è possibile ammirare le splendide sculture lignee, attribuibili alla Bottega del Verrocchio, suo maestro.

Inoltre una sezione è dedicata ai giochi didattici, costruiti in legno su disegno leonardiano, con cui mettersi alla prova per stimolare manualità e ingegno.

Per informazioni:
0573 638025
ecomuseopt@gmail.com
www.ecomuseopt.it

11/01/2019