Operai 'alpinisti' per il il monitoraggio del Duomo di Firenze

Per la prima volta i controlli sul Tamburo della Cupola saranno eseguiti dagli operai dell’Opera di Santa Maria del Fiore specializzati in edilizia acrobatica

Sono iniziati, e andranno avanti per tre settimane, i lavori di monitoraggio delle pareti interne del Duomo di Firenze per verificarne lo stato di conservazione. L’intervento sarà realizzato dal personale dell’Opera di Santa Maria del Fiore con l’ausilio di due gru, una dal braccio di 56 metri e l’altra di 36, che si alterneranno, durante questo periodo. Nella settimana dal 4 all’8 febbraio, saranno eseguiti i controlli anche sul Tamburo della Cupola, non raggiungibile con le gru, grazie agli operai e ai restauratori dell’Opera che per la prima volta, dopo essersi specializzati nell’ultimo anno in edilizia acrobatica, si caleranno da un’altezza di 60 metri, come dei veri e propri “alpinisti”. L’intervento odierno fa parte del programma di monitoraggio che l’Opera di Santa Maria del Fiore esegue una volta all’anno sulle pareti interne della Cattedrale e due volte, all’inizio e alla fine dell’inverno, sulle superfici marmoree esterne dei suoi monumenti (Cattedrale, Cupola del Brunelleschi, Campanile di Giotto e Battistero). I prossimi monitoraggi sulle pareti esterne dei monumenti della Cattedrale di Firenze sono previsti dal 6 al 31 maggio e dal 7 al 31 ottobre 2019.

25/01/2019