Per il Decameron di Boccaccio inizia un reading lungo otto anni

A Certaldo è partita l'iniziativa che prevede una lettura al mese di una novella da parte degli attori del laboratorio teatrale di Carlo Romiti

A Certaldo è iniziato un reading molto speciale del Decameron di Giovanni Boccaccio. All'Oranona, laboratorio teatrale fondato e diretto da Carlo Romiti, è infatti partita una lettura periodica e lenta della celebre opera che potrebbe durare fino a otto anni. 

L'avventura ha preso il via con la lettura della prima novella, 'Ser Cepparello con una falsa confessione inganna un santo frate e muorsi', narrata da Panfilo nella prima giornata, e continuerà ogni secondo venerdì del mese. Tutte e 100 le novelle del Decamerone saranno interpretate da attori di Certaldo, mentre gli intermezzi musicali in scaletta sono a cura di Damiano Santini, e saranno eseguiti da maestri e allievi dell'associazione Polis. Per completare le letture serviranno, in teoria, appunto oltre otto anni.

certaldo-street

"Certaldo e Boccaccio sono un tutt'uno. Abbiamo impostato il nostro progetto artistico in modo filologico e cenacolare - ha spiegato Romiti - e non come maratona. Proponiamo cioè una lettura lenta, una novella al mese. L'idea è di leggere Boccaccio come se si fosse a veglia, in un cenacolo, in una compagnia come quelle per le quali il Decameron veniva letto al tempo".

Romiti riflette anche sull'attualità dell'opera: "La capacità di Boccaccio di descrivere uomini e donne, di evidenziare vizi e virtù, e soprattutto di esaltare l'umanità come valore primario, sono sempre attuali". Il progetto è sostenuto dal Comune di Certaldo e dall'Ente nazionale Giovanni Boccaccio. L'ingresso sarà sempre gratuito.

11/10/2019