Restauri: gli artigiani di Firenze al lavoro sui legni del Museo Egizio

Firmata la prima convenzione di questo tipo in Italia tra Confartigianato e Polo museale della Toscana

Saranno gli artigiani di Confartigianato Imprese Firenze a restaurare i preziosi legni archeologici conservati presso il Museo Egizio del capoluogo toscano, che si trova all'interno del Museo Archeologico Nazionale. Tutto questo è possibile grazie alla convenzione stipulata tra Confartigianato e il Polo Museale regionale della Toscana, la prima di questo tipo firmata in Italia.

Confartigianato si impegna a una collaborazione con il Polo Museale per la pulizia e il restauro, tramite attività a carattere didattico formativo, dei reperti di legno egizi. Il Museo Egizio di Firenze si colloca al secondo posto in Italia per ricchezza e qualità dei materiali, dopo il Museo Egizio di Torino.
"La convenzione stabilisce accordi di collaborazione per organizzare corsi di formazione professionale nell'ambito del restauro - spiega Primo Biagioni, presidente regionale di Confartigianato restauro - durante i quali verranno sottoposti a pulitura e restauro, sotto la sorveglianza di responsabili autorizzati, antichi resti di reperti egizi custoditi a Firenze".

La convenzione avrà la durata di tre anni e vedrà lo svolgimento delle operazioni di restauro presso i locali dell'Istituto per l'Arte e il Restauro di Palazzo Spinelli.

25/01/2018