La Siena di Federigo Tozzi: mappa digitale dei luoghi dello scrittore

Al via il progetto dell'Università che riunirà le descrizioni della città dove Tozzi ha ambientato romanzi e racconti, dalle vie del centro storico alla periferia

Per tutti gli appassionati di letteratura è in arrivo una mappa digitale dei luoghi letterari senesi di Federigo Tozzi. A realizzarla sarà il Dipartimento di Filologia e critica dell'Università di Siena, che partirà dalle opere dello scrittore nato proprio nella città del Palio nel 1883.
La sua narrativa infatti è ricchissima di descrizioni di Siena: dalle vie e i vicoli del centro storico, alle fonti, all'immediata periferia e ai luoghi in cui è ambientato il romanzo "Con gli occhi chiusi", ovvero Poggio al vento e il convento dei Cappuccini.

"Queste descrizioni non ritraggono solo una Siena di primo Novecento per molti aspetti mutata rispetto a oggi, ma possiedono anche una forte carica evocativa, spesso di tipo espressionista e deformante", spiega il professor Riccardo Castellana che coordinerà il progetto. "Ricostruire la rete dei luoghi tozziani - aggiunge - significa da un lato raccontare la storia di quei luoghi e dall'altro rileggerli attraverso il filtro della letteratura e dell'invenzione narrativa, per restituirli infine, in tutta la loro profondità, alla cittadinanza, agli studenti delle scuole e dell'università, agli utenti di un turismo culturale esigente che chiede qualcosa in più di un rapido tour dei luoghi e dei monumenti più noti della città".

Siena Duomo porta cielo

Il progetto gode di un finanziamento di 12mila euro della Fondazione Monte dei Paschi e consiste nel costruire una mappa, cartacea e virtuale, delle descrizioni letterarie di Federigo Tozzi, e nella creazione di un arredo urbano che segnali quegli stessi luoghi e che, tramite un QR Code, rinvii alla mappa digitale.
Oltre alla mappa geolocalizzata online delle descrizioni, alla cartina topografica con informazioni e accessi al percorso digitale e al percorso fisico urbano, è prevista anche la pubblicazione di un volume con l'intera documentazione letteraria e fotografica utilizzata. Oltre al Dipartimento di Filologia e critica delle letterature antiche e moderne, che cofinanzierà l'iniziativa e garantirà la qualità scientifica dei contenuti, è coinvolto nel progetto anche il Dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive, con la dottoressa Sara Ermini, che curerà la progettazione grafica e informatica.

30/10/2019