SUPERATI I 145.000 VISITATORI PER LA MOSTRA DI MARINA ABRAMOVIĆ

Superati i 145.000 visitatori per la mostra di Marina Abramović

‘The Cleaner’ resterà aperta a Firenze fino al 20 gennaio 2018, è la prima grande retrospettiva che Palazzo Strozzi ha dedicato interamente ad un'artista donna - GUARDA IL VIDEO

La mostra 'Marina Abramović. The Cleaner' attualmente a Palazzo Strozzi a Firenze ha superato i 145.000 visitatori collocandosi ai vertici delle classifiche delle mostre più visitate in Italia e mantenendo, fin dall'inizio, una costante attenzione in termini di pubblico e di visibilità sulla stampa e sui maggiori social network.

Fino al 20 gennaio 2019 sarà ancora possibile vedere la prima grande retrospettiva italiana dedicata a una delle personalità più celebri e controverse dell’arte contemporanea, che con le sue opere ha rivoluzionato l’idea di performance mettendo alla prova il proprio corpo, i suoi limiti e le sue potenzialità di espressione.



L’evento si pone come una straordinaria rassegna che riunisce oltre 100 opere dell’artista, offrendo una panoramica sui lavori più famosi della sua carriera, dagli anni Sessanta agli anni Duemila, attraverso video, fotografie, dipinti, oggetti, installazioni e la riesecuzione dal vivo di sue celebri performance da parte di un gruppo di performer specificatamente selezionati e formati in occasione della mostra.

La mostra trova infatti una sua fondamentale caratteristica nelle 're-performance' che si alterneranno ogni giorno all’interno dell’esposizione, rendendo Palazzo Strozzi uno spazio mutevole e in costante trasformazione, con e negli spazi del Piano Nobile e con nella Strozzina: Imponderabilia, Cleaning the Mirror, LuminosityThe House with the Ocean ViewThe Freeing Series (Memory, Voice, Body).

La mostra è organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi, prodotta da Moderna Museet, Stoccolma in collaborazione con Louisiana Museum of Modern Art, Humlebæk e Bundeskunsthalle, Bonn. A cura di Arturo Galansino, Fondazione Palazzo Strozzi, Lena Essling, Moderna Museet, con Tine Colstrup, Louisiana Museum of Modern Art, e Susanne Kleine, Bundeskunsthalle. Con il sostegno di Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana, Associazione Partners Palazzo Strozzi. Con il contributo di Fondazione CR Firenze. Sponsor Unipol Gruppo.

Per informazioni:
www.palazzostrozzi.org

08/01/2019