I musei fiorentini si aprono a non vedenti e autistici con Activity Bag e percorsi tattili

Uffizi e Galleria dell'Accademia si attrezzano per accogliere al meglio anche i visitatori con disabilità

Un percorso artistico tattile per i non vedenti e una borsa contenente vari oggetti pensati per alleviare lo stress e il disagio dei visitatori autistici: sono i due progetti presentati oggi dalla Galleria dell'Accademia e dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità.

In particolare è stato presentato un percorso tattile formato da riproduzioni di opere da toccare a mani nude, appositamente concepito per ciechi e ipovedenti, che verrà allestito e messo a disposizione del pubblico della Galleria dell'Accademia nei prossimi mesi. Tra i pezzi dell'itinerario le due miniature della gamba del David e di un Prigione della Tribuna, un particolare del Cassone Adimari, la Madonna con Bambino e Santi di Botticelli, una Formella con Crocifissione di Taddeo Gaddi.

Percorso tattile
Percorso tattile


A partire dal mese di aprile invece verrà messa a disposizione dei visitatori degli Uffizi (su prenotazione) l'Activity Bag: una borsa ideata per rendere meno pesante la visita delle persone con problemi di autismo: contiene materiali educativi, oggetti antistress e strumenti utili per esplorare alcuni dei capolavori del museo.

"La Giornata internazionale della disabilità - ha spiegato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt - è sempre un'occasione per rendersi conto cosa è stato fatto nell'ultimo anno e cosa ci proponiamo per l'anno prossimo per rendere i nostri musei sempre più accessibili ed inclusivi. Oggi aggiungiamo alla nostra offerta l'Activity Bag per le persone con problemi di autismo e inauguriamo il percorso tattile della Galleria dell'Accademia, che completa i percorsi già esistenti agli Uffizi e a Palazzo Pitti".

03/12/2019