Il 'Vaso di Fiori' torna a Firenze. Schmidt: 'Rendiamo giustizia alla storia'

Cerimonia a Palazzo Pitti per il ritorno del  quadro rubato durante la ritirata dei tedeschi dalla città nel 1944 

Il Vaso di Fiori, opera del pittore olandese Jan van Huysum rubata nel 1944 durante la ritirata delle forze di occupazione tedesche, è tornato a Palazzo Pitti a Firenze, nel luogo esatto in cui il dipinto si trovava 75 anni fa. A consegnarlo all'Italia è stato il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas nel corso della cerimonia di restituzione che si è svolta ieri nella Sala bianca di Palazzo Pitti.

La cerimonia ha visto la partecipazione del ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli, del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, del Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri, del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

"Grazie alla forza della storia dell'arte, tutti insieme rendiamo giustizia alla storia -  ha detto Schmidt - è  con la massima gratitudine che oggi riaccogliamo il Vaso di Fiori di Jan Va Huysum, dopo un'assenza di 75 anni. E' un grande giorno per le gallerie degli Uffizi, per Firenze,  per l'Italia, e per l'umanità intera. Mi auguro che questa restituzione, importantissima, sia la prima di un lunga serie di recuperi di opere d'arte da realizzare. Viva Firenze, viva la giustizia, viva l'amicizia tra i popoli! Per questo ritorno- ha aggiunto Schmidtc’è stato un grande lavoro di squadra, con ben cinque ministeri coinvolti, soprattutto il Mibac, e il ministero degli Esteri. Questo intenso sforzo collettivo ha consentito di compiere un vero gesto di giustizia storica; io sono molto convinto e soddisfatto di ciò abbiamo fatto. Io rifarei tutto, di nuovo, subito".

20/07/2019