Musica/ ARTICOLO

40 anni di Musica dei popoli: Souza, Di Marco e i Tamburi del Burundi

Dal 19 settembre al 14 novembre un'edizione straordinaria che poterà a Firenze il meglio della musica da tutto il mondo

/ Costanza Baldini
Mar 15 Settembre, 2015
Carmen Souza

Nel 2015 si festeggiano a Firenze due importanti appuntamenti e cioè i 40 anni di "Musica dei Popoli" e i ben 70 anni della Flog (Fondazione Lavoratori Officine Galileo) storica sede della manifestazione. Per l'occasione la nuova edizione del festival proporrà un ricchissimo programma articolato in diverse sezioni.

Dal 19 settembre al 2 ottobre si terrà "Suoni di terra" una prima parte dedicata alla musica popolare toscana. Inizia sabato 19 settembre Riccardo Tesi con lo spettacolo “Bella Ciao” con alcune delle migliori voci femminili della musica popolare italiana, come Lucilla Galeazzi, Elena Ledda e Luisa Cottifogli. Sarà poi la volta di uno dei gruppi storici del folk revival italiano, venerdì 25 settembre i Musicanti del Piccolo Borgo, che celebrano 40 anni di attività di ricerca. Sabato 26 settembre Ginevra Di Marco, presenterà in prima assoluta una nuova produzione del Festival dal titolo “Todo cambia” lavoro deddicato alla cantante argentina Mercedes Sosa. Infine venerdì 2 ottobre in concerto il più istrionico tra i cantautori toscani, Bobo Rondelli, con il suo nuovo spettacolo dal titolo “Ciampi ve lo faccio vedere io”.

Dal 3 ottobre al 4 novembre spazio a "Donne dell'altro mondo" con sei giovani musiciste emergenti, cantanti e strumentiste provenienti da Africa, America latina e Europa. Il 3 ottobre in concerto Carmen Souza una delle voci più interessanti della nuova generazione della cosiddetta world music. Il 10 ottobre sarà il turno di Yilian Cañizares straordinaria cantante e violinista cubana. Il 17 ottobre salirà sul palco la “diva” della cornamusa galiziana Cristina Pato. Per la prima volta in Italia il 24 ottobre Carminho considerata la voce rivelazione del novo fado portoghese. Il 30 ottobre torna dopo dieci anni dal suo debutto in Italia, sul palco della Flog, la cantante Lura artefice di un nuovo stile nella musica capoverdiana. Chiude il 4 novembre al Cinema Odeon la seconda parte del festival tutta al femminile una serata dedicata alla musica urbana etiope con il concerto della cantante italo-somala-etiope Saba.

La terza parte del festival prende il nome di "Global Party Nights" e propone due serate per far ballare il pubblico coi ritmi travolgenti della Taranta Salentina e della Fanfara balcalnica. Il sette novembre in concerto gli Alla Bua gruppo etno-folk nato nel 1990 in Puglia. Il 12 novembre si balla con la festa balcanica dei Fanfara Transilvania una esplosiva e coinvolgente BalkanGypsyBrass Band dalla Romania.

In chiusura del Festival, un evento straordinario: i Tamburi Del Burundi al teatro Puccini il 14 novembre. La loro fama leggendaria si è ampliata nel mondo dopo la pubblicazione nel 1992 di un disco con l’etichetta Real World di Peter Gabriel, tanto che nel 2014 sono stati riconosciuti dall'UNESCO come patrimonio culturale dell'Umanità.

Biglietti:
Riduzioni: over 65, studenti universitari, Carta Gio’
Ingresso libero: under 12
Abbonamento completo (13 spettacoli): € 120
Abbonamenti parziali: “Suoni di Terra” (4 spettacoli dal 19/9 al 2/10): € 40, “Donne dell’Altro mondo” (6 spettacoli dal 3/10 al 4/11): € 70
Prevendite: Box Office / www.boxol.it – tel 055 210804

Informazioni:
Centro Flog Tradizioni Popolari
Via M. Mercati, 24/B - 50139 Firenze
Tel. 055-490437 Fax. 055 486953
www.musicadeipopoli.com

[it_mappa]