100 canti per Firenze, "All'improvviso Dante"

di Costanza Baldini

Sabato 11 maggio all'interno del Festival d'Europa la più grande performance popolare dedicata alla Divina Commedia a cui cittadini comuni e personalità di spicco, scolaresche e detenuti danno voce, insieme, in un unico pomeriggio nel centro di Firenze

Anche quest’anno 1265 i cantori protagonisti, cifra simbolica che coincide con l’anno di nascita di Dante, tra cui 27 detenuti delle casa circondariali di Firenze e Prato. 7 anni il cantore più giovane e battuto quest’anno il record di quello più anziano di 83 anni. 721 i ragazzi delle scuole, fra cui una nutrita delegazione di scuole provenienti da Milano, Parma Prato, Empoli, Livorno, Rignano sull’Arno. 9 famiglie intere che leggeranno Dante insieme. Una delegazione di cantori dalla città di Ravenna, città nella quale il Sommo Poeta visse gli ultimi anni della propria esistenza, morendovi nel 1321.

Alle 15.30 in piazza Santo Spirito darà il via alla manifestazione leggendo il primo canto Matteo Renzi, sindaco di Firenze, fra gli altri per la prima volta, Bakkali Oiudad, assessore alla cultura del Comune di Ravenna, e poi ancora Cinzia Th Torrini, regista e produttrice televisiva, Sergio Givone, Cristina Giachi assessore all'istruzione e Stefania Saccardi vicesindaco del Comune di Firenze, lo staff del Robert F. Kennedy Center/Europe. Alle 17.00 si procederà con la lettura dei 33 Canti del Purgatorio, alle 18 il Paradiso per concludere alle 19.30 con la lettura corale del XXXIII Canto del Paradiso sul Sagrato della Basilica di Santo Spirito.

La manifestazione ha dal 2006 coinvolto nell’intero percorso di formazione ed educazione alla poesia dantesca più di settemila persone
, 150 classi, più di 1000 cantori provenienti da fuori Firenze, circa 80 detenuti che hanno usufruito del percorso di preparazione alla lettura in carcere e alcuni di loro anche di una giornata premio per partecipare alla lettura in piazza. Anche quest’anno torna l’invasione pacifica del popolo di cantori che si riuniscono Sabato 11 maggio 2013, per quest’edizione nuovamente riuniti in un’unica piazza, per la prima volta in Oltrarno. Piazza Santo Spirito, in occasione del Festival d’Europa e della Notte Blu risuonerà dei versi del fondatore della lingua italiana; ciascuno dei cantori da solo o in gruppo leggerà il canto affidatogli per tre volte e a conclusione dell’evento, alle ore 19.30, raggiungerà gli altri sul Sagrato della Chiesa per la lettura corale del XXXIII Canto del Paradiso.

“Grazie a questa manifestazione - ha sottolineato l’assessore alla cultura Sergio Givone - è come se Firenze si riappropriasse del suo Sommo Poeta e ne lenisse in maniera simbolica l’esilio a cui lo condannò. L’affetto e l’entusiasmo dei cantori e dei cittadini, sempre crescente anno dopo anno, ci mostra come i versi e le suggestioni della Commedia siano ancora attuali per il pubblico e grandemente evocativi”.

L’evento, ideato e organizzato dall’Associazione Culter e realizzato grazie al contributo di Comune di Firenze e Ente Cassa di Risparmio di Firenze, il sostegno di Azienda Silo e Toscana Energia e l’attenzione della Fondazione Brunello Cucinelli vede ad oggi la partecipazione di tantissime scuole toscane insieme ad alcune provenienti da altre città come Milano, Parma, Forlì, oltre al rinnovato coinvolgimento dei detenuti della Casa Circondariale di Sollicciano e di Prato.



10/05/2013