Cultura/

150 anni di storia italiana? La racconta il cinema

A gennaio all’Odeon di Firenze la rassegna cinematografica “150 anni di unità di Italia in 150 film”

Il Gattopardo

Un film per ogni anno di storia dell’Italia unita: così l’Istituto Gramsci Toscano, in collaborazione con la Regione e con la sezione toscana del Sindacato dei critici cinematografici, ha deciso di celebrare il 150°anniversario dell’Unità. La rassegna cinematografica sarà inaugurata a gennaio al cinema Odeon di Firenze (le proiezioni si terranno anche al Cinema dell’Istituto Stensen) e proseguirà in varie città toscane, si articola in alcune grandi sezioni tematiche: “Il Risorgimento: la rivoluzione breve”, “Il secolo nuovo: lotte politiche, trasformazioni sociali ed emigrazione”, “Chiamata alle armi: dalla Grande Guerra alla Marcia su Roma”, “Camicie nere e telefoni bianchi: il cinema del fascismo e il fascismo visto dal cinema”, “I giorni più lunghi: la Seconda Guerra mondiale, Resistenza e Italia anno zero”, “Figure di donna”, “Itinerari toscani”.

L’apertura di ciascuna sezione sarà accompagnata da un incontro pubblico a tema. Quello che gli organizzatori definiscono “un viaggio diacronico e geografico che rimescola programmaticamente le piste e i tracciati consueti della conoscenza”, comprende molte tra le pellicole più belle e significative del nostro cinema, per citarne solo alcune: “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, “La Grande Guerra” di Mario Monicelli, “Amarcord” di Federico Fellini, “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, passando per i film di altri grandi del cinema italiano, come Pasolini, De Sica, Bertolucci e, in tempi più recenti, Soldini, Tornatore, Virzì.

I più popolari su intoscana