Ambiente/

A Internet Festival John Grant il guru del “Green marketing”

Business e ecologia non devono per forza essere in disaccordo. Tutto può cambiare iniziando a farsi le domande giuste

Imprese green

L’economia sostenibile è meno lontana di quanto si potrebbe pensare. la terra è l’unico pianeta che possediamo e sempre più evidente è la necessità di guardare oltre il business per analizzare le implicazioni nascoste di un’economia sempre più causa di degrado sociale e ambientale. Una possibilità eccitante è sviluppare nuovi modelli economici alla ricerca di alternative verdi. Ma quali sono i punti chiave di questa filosofia? Ne parla all’Internet Festival John Grant il padre e autore del green marketing manifesto.

"I punti principali del mio manifesto sono due: si deve stoppare il green washing che si basa sul costruire un’apparenza green per le cose normali e si deve invece cercare di fare capire alle persone che le pratiche green possono essere normali. La chiavi principali sono: l’innovazione, l’educazione e il carisma cioè far sembrare il movimento green sexy, moderno, fresco e invitante, parlare cioè di migliore qualità della vita e non vedere solo il lato negativo del problema."

E’ dunque possibile creare modelli di lavoro, collaborativi, disponibili e a costo zero, che assecondino la natura (anche quella umana) e che non agiscano contro. Se l’economia verde ha un lato pubblico e sociale legato alle leggi del mercato e alla politica delle aziende c’è però anche un lato privato. Cosa possiamo fare per inserire il green marketing nella vita di tutti i giorni?

"La chiave è chiedersi l’origine dei prodotti che usiamo. Sai da dove viene il caffè, sai cos’è il fair trade, sai se c’è qualcosa di meglio? Chiediti se capisci il mondo in cui vivi, le corporazioni, le tasse. Se siamo più coscienti del mondo in cui viviamo possiamo cambiare il mondo, ci sono fantastici movimenti di persone come la Primavera araba che cercano di far conoscere alle persone queste problematiche, quindi la prima domanda che ti puoi fare è da dove vengono i tuoi jeans e chi li ha fatti."

I più popolari su intoscana