Accademia di Belle Arti di Firenze Open day per i 450 anni di storia

Un protocollo d’intesa con Regione Toscana, Comune e Provincia di Firenze, oltre a un programma ricco di avvenimenti   per ricordare l’Accademia e Michelangelo

Quattro secoli e mezzo di storia, arte, cultura, ma non solo. L’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze rappresenta questo e molto altro: tra le istituzioni artistico-culturali più importanti d’Italia, la più antica Accademia d’arte al mondo vive in questi giorni un importante momento di celebrazione del passato, con lo sguardo rivolto verso il futuro. Nel 450° anniversario dalla fondazione e della prima riunione degli Accademici, avvenuta il 30 gennaio del 1563, la ricorrenza diventa occasione per ripercorrere secoli di storia caratterizzati e influenzati da grandi nomi (tra i primi Accademici figuravano infatti Michelangelo Buonarroti, Giorgio Vasari, Benvenuto Cellini, Agnolo Bronzino, Francesco Da Sangallo, la maggior parte dei quali sepolti nella cappella di S. Luca ancor oggi di proprietà della Accademia), ma anche e soprattutto per proiettarsi verso il futuro e inaugurare un nuovo percorso e rinsaldare i rapporti tanto con le istituzioni quanto con il pubblico di studiosi e appassionati.

È quindi in questa ottica che si collocano iniziative come la presentazione di un protocollo d’intesa con il Comune di Firenze, la Provincia di Firenze e la Regione Toscana, e con tutte le istituzioni e soprintendenze preposte alla tutela del patrimonio artistico, che prelude ai prossimi due anni di celebrazioni per il 450° anniversario dell’Accademia (2013) e per i 450 anni trascorsi dalla morte di Michelangelo (2014): due anni ricchi di eventi ed iniziative, con una mostra ospitata all’interno dell’Archivio di Stato, esposizioni interne all’Accademia delle Arti del Disegno, un convegno internazionale dedicato a Michelangelo in Palazzo Vecchio.

Numerose altre iniziative collaterali punteggeranno i prossimi mesi, a testimonianza del fervore artistico-culturale di cui si farà promotrice la stessa Accademia presieduta dal Prof. Luigi Zangheri, con l’organizzazione di concerti, seminari, visite guidate. Si comincia proprio il 30 gennaio 2013, con l’apertura dell’attuale sede istituzionale dell’Accademia, in via Orsanmichele n. 4, per la prima volta interamente disponibile per il pubblico di visitatori. Una giornata dedicata alla cultura, durante la quale sarà possibile ammirare preziose opere d’arte e affascinanti sale, come la sala “delle Adunanze”, dominata da affreschi di Pontormo e incorniciata dai ritratti dei Luogotenenti e Presidenti dell’Accademia succedutisi dalla sua fondazione ad oggi.

29/01/2013