Attualità/

Accordo tra Fondazione Toscana Life Sciences e Achilles Vaccines

‘MabCo19’ sarà frutto della ricerca di anticorpi monoclonali umani a partire dal sangue dei pazienti convalescenti

Ricerca medica: scienza in campo per la salute - © YanLev

Achilles vaccines e Fondazione Toscana Life Sciences (Tls) hanno siglato un ‘joint venture agreement’ orientato al finanziamento e alla gestione dello sviluppo industriale del prodotto MabCo19, frutto della ricerca su anticorpi monoclonali umani come soluzione terapeutica al Sars-Cov-2.

Il progetto di ricerca MabCo19 è condotto dal Monoclonal antibody discovery (Mad) Lab coordinato da Rino Rappuoli presso la Fondazione Tls e ha da poco completato la fase di discovery con la selezione di 3 anticorpi monoclonali umani capaci di neutralizzare in vitro il coronavirus Sars-Cov-2. L’approccio di ricerca su cui si basa è quello dell’individuazione e selezione di anticorpi monoclonali umani a partire dal sangue dei pazienti convalescenti o guariti dal Covid19: i campioni stati forniti, sulla base di specifici accordi di collaborazione, dall’Inmi Spallanzani e dall’Azienda ospedaliero universitaria senese. La sicurezza e l’efficacia degli anticorpi monoclonali, candidati farmaco, saranno valutate attraverso gli studi clinici, con ipotesi di avvio entro la fine del 2020.

Si realizza così, spiega una nota di Tls, “una filiera tutta italiana nella risposta al coronavirus” che “partendo dal laboratorio di ricerca e sviluppo, passa attraverso gli studi clinici per approdare alla produzione. Il tutto basandosi su un consolidato modello di partnership pubblico privata“.

Attraverso l’accordo, Achilles vaccines svolge il ruolo di coordinatore dei partner tecnici e industriali – tra cui Menarini biotech srl e Istituto biochimico italiano Giovanni Lorenzini spa – per garantire un rapido sviluppo farmaceutico e la produzione del primo lotto clinico del farmaco. Parallelamente Achilles vaccines sta svolgendo “un’intensa attività di project management clinico e regolatorio per assicurare il rapido avvio della fase di sperimentazione clinica e, al tempo stesso, predisporre un piano di produzione su larga scala successivo al completamento della fase sperimentale”.

I più popolari su intoscana