Al Meyer arriva un nuovo laser per curare cicatrici e macchie cutanee

L'ospedale pediatrico fiorentino ha già trattato così i primi pazienti, tra cui una bimba di due anni con una macchia vinosa sul volto

L'ospedale pediatrico Meyer di Firenze ha attivato in dermatologia un nuovo laser a colore pulsato, in grado di curare tutte le alterazioni vascolari cutanee e le cicatrici di formazione recente. Lo strumento all'avanguardia, acquistato grazie al contributo della Fondazione Meyer, è entrato in funzione per la prima volta lo scorso gennaio. I primi dieci pazienti trattati saranno sottoposti e nuove sedute continuative.

La prima a beneficiare della nuova tecnologia è stata una bimba di due anni, curata per una vistosa macchia 'vinosa' sul volto. Il macchinario lavora in modo intelligente e mirato, ed è in grado di riconoscere la parte cromatica del sangue e di chiudere i vasi interessati, ripristinando la formazione di un circolo vascolare corretto. E' inoltre dotato di un meccanismo di refrigerazione cutanea che riduce la sensazione di calore, in alcuni casi dolorosa per i bambini.

L'ospedale pediatrico è adesso in grado di dare risposta a tutti quei piccoli pazienti finora costretti a rivolgersi a strutture private oppure andare fuori regione. L'attività delle dermatologia del Meyer, in forte espansione, è passata da 2.800 visite ambulatoriali nel 2014 ad oltre 4.300 nel 2018.

30/01/2019