Un albero in più: Anci Toscana aderisce alla campagna ambientale

Anci rivolge un appello ai comuni toscani perché partecipino all'iniziativa che vuole combattere con più verde sul territorio la crisi climatica

Piantare alberi contro il cambiamento climatico. Questo l'obiettivo della campagna "Un albero in più", che punta a raggiungere 60 milioni di nuovi alberi su tutto il territorio italiano, uno per ciascun abitante del nostro paese, combattendo così la crisi climatica.
Anche Anci Toscana ha aderito alla campagna promossa da Stefano Mancuso, scienziato e direttore Linv (International Laboratory for Plant Neurobiology) a nome delle Comunità Laudato sì, da Carlo Petrini, presidente Slow Food e dal vescovo di Rieti, Domenico Pompili. 

Tra i sindaci toscani che hanno già dato la loro adesione Dario Nardella, primo cittadino di Firenze, e Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo. L'iniziativa si rivolge ad ogni cittadino di buona volontà, ad ogni organizzazione di qualunque natura e orientamento, ad ogni azienda pubblica o privata, alla straordinaria rete di comuni e regioni d'Italia e al governo nazionale.

Tra le finalità della campagna anche quella di far sì che questa buona pratica cresca di anno in anno su scala mondiale, per arrivare al 2030 in condizioni atmosferiche non irreversibili. Da parte sua, Anci Toscana invita tutti i Comuni della regione ad aderire e a mettere in atto politiche e iniziative che portino a piantare nuovi alberi nei loro territori e alla salvaguardia dell'ambiente.

13/09/2019