Innovazione/

Andare in vacanza, diritto di tuttiUn corso per il turismo accessibile

Ad Arezzo l’Università di Siena organizza un corso rivolto agli operatori del turismo e non solo, per migliorare i servizi alle persone ‘speciali’ perché hanno bisogni speciali

turismo accessibile

Libertà di andare in vacanza o di viaggare per piacere, godere delle bellezze naturali e culturali, seguire uno spettacolo, fare sport. A prima vista sembrano diritti alla portata di tutti, porte di accesso al benessere che si aprono con facilità, ma a guardare meglio non è così. I diritti sono davvero di tutti quando coinvolgono anche le persone più in difficoltà.

Ecco, dunque, l’importanza di accendere una luce sulle persone cosidette ‘speciali’, che hanno bisogni speciali. Vedi alla voce disabili, ma anche anziani, famiglie con bambini piccoli, persone con disturbi alimentari o che hanno particolari problemi di salute. Questo e molto altro si prepara nel corso di formazione sul turismo accessibile organizzato dall’Università di Siena nella sede di Arezzo, al Dipartimento di Scienze della formazione.

Il corso nasce in collaborazione con l’associazione Tuscaneasy, che da oltre un anno realizza e promuove nella Valdichiana aretina attività di utilità sociale per lo sviluppo del turismo sostenibile e accessibile. Il corso è rivolto ai professionisti del turismo, ma anche ad animatori, operatori dell’associazionismo e di cooperative che si occupano di accoglienza, di servizi alla persona, di custodia e valorizzazione del patrimonio culturale.

Obiettivo: trasmettere conoscenze che tengano conto delle esigenze di singole persone e gruppi, insegnare a rimodulare i servizi turistici in funzione di esigenze sempre più differenziate. Con un’analisi delle ricadute economiche sul territorio.

Le domande per iscriversi al corso vanno presentate entro il 7 ottobre all’indirizzo https://segreteriaonline.unisi.it. Il corso dura 50 ore. Si svolge nella sede universitaria di Arezzo e alla società Pegaso, che è partner Tuscaneasy a Cortona. Per l’iscrizione è richiesto il diploma di scuola media superiore. Per saperne di più: www.unisi.it o Sergio Angori, tel. 0575-926274, sergio.angori@unisi.it.

I più popolari su intoscana