Cultura/

Bellezza antica e social: il Museo Archeologico del Chianti in un’App

Video, ricostruzioni grafiche, informazioni, schede e foto per conoscere più da vicino il patrimonio archeologico della zona. I contenuti dell’applicazione “Museo in tasca” raccontano  la struttura espositiva di Castellina in Chianti  in lingua italiana e inglese

museo archeologico chianti senese castellina
La storia di un territorio si racconta grazie alla tecnologia: il Museo Archeologico del Chianti senese entra a far parte dell’app “Museo in tasca”, grazie al contributo del Comune e alle risorse stanziate dalla Regione Toscana per incrementare l’accesso al patrimonio museale e culturale toscano attraverso le nuove tecnologie e mezzi di comunicazione.
Un progetto della Fondazione Musei Senesi, un’applicazione scaricabile gratuitamente da Apple Store e Google Play, con la possibilità quindi di conoscere da vicino il museo attraverso testi chiari ed essenziali, in lingua italiana e inglese, gallerie fotografiche, schede, video originali e ricostruzioni grafiche.
 
Una volta scaricata sul proprio smartphone, inoltre, l’applicazione può servire come guida per visitare il museo e permette di condividere le informazioni e di accedere a mappe per approfondire la conoscenza del territorio. Inoltre, in anticipo rispetto alle nuove tecnologie applicate ai beni culturali, l’impiego di beacon, piccole antenne bluetooth distribuite all’interno nel Museo, consente, una volta avviata l’app all’inizio della visita, di accedere automaticamente a contenuti esclusivi su alcuni oggetti esposti nel percorso museale.
 
“L’App del Museo Archeologico del Chianti senese all’interno di quella sviluppata dalla Fondazione Musei Senesi – afferma Marcello Bonechi, sindaco di Castellina in Chianti – va ad affiancare il rinnovamento del sito e a rafforzare la comunicazione del museo e del patrimonio storico e culturale conservato al suo interno, sostituendo per chi vorrà le guide cartacee e adeguandosi alle nuove tecnologie. Sulla stessa linea si colloca anche la realizzazione di un’applicazione-gioco dedicata ai visitatori più piccoli, che è stata avviata grazie all’impegno del Comune e al sostegno del bando ‘Musei accreditati Regione Toscana 2016’ e che sarà presentata entro il prossimo mese di dicembre”. 
I più popolari su intoscana