Cultura/

Beni culturali: 20 mln per la Toscana, dalla Nazionale alle mura di Siena

Stanziati dal Mibact i fondi per il patrimobio culturale: andranno anche alla Certosa di Calci, all’eremo di Camaldoli, all’Opificio delle Pietre dure, alla villa romana del Giglio

Tre milioni e 55mila euro per la ristrutturazione della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, in modo da poter sistemare in modo consono le raccolte moderne in continua crescita e risolvere le gravi carenze di spazi, 2 milioni e 200mila euro per il restauro della cinta muraria di Siena e 2 milioni e 100mila euro per il museo della Certosa di Calci, che sarà rimesso a nuovo con lavori sugli infissi, i chiostri, le cappelle, il refettorio, lo scalone monumentale e la chiesa. Sono questi i tre interventi più consistenti che saranno finanziati in Toscana grazie al programma triennali del fondo per la tutela del patrimonio culturale, approvato dal ministro Dario Franceschini.

In totale in Toscana saranno stanziati dal Mibact 20 milioni e mezzo di euro per 20 progetti, tra cui la ristrutturazione della Biblioteca universitaria di Pisa all’interno della Sapienza (1,8 milioni di euro), ma anche il restauro del tetto dell’eremo di Camaldoli a Poppi, della villa romana all’Isola del Giglio (1,1 milioni di euro euro), il nuovo allestimento del Museo Archeologico di Firenze (1,9 milioni di euro).

sfoglia la gallery

Con i fondi del ministero torneranno all’antico splendore le fontane della Villa Medice di Petraia a Firenze, sarà recuperata la limonaia della Villa Medicea di Poggio a Caiano, saranno adeguate per prevenire il rischio incendi le sedi dell’Opificio delle Pietre dure di Firenze. Saranno finanziati anche i lavori all’Archivio di Stato di Firenze per mettere in sicurezza l’edificio in nel piano di emergenza in caso di esondazione dell’Arno, mentre saranno avviati gli interventi di restauro e recupero anche dell’Archivio di Stato di Grosseto e dell’Archivio di Stato di Lucca. Infine, il Mibact finanzierà anche interventi al Museo di San Marco a Firenze, al Museo Casa Giusti a Monsummano Terme, a Villa Corsini a Castello di Firenze, alle Cappelle Medicee e alla Galleria dell’Accademia.

Topics:

I più popolari su intoscana