© Trenitalia

Attualità /

Arriva il bonus per l’abbonamento al trasporto pubblico, cos’è e come richiederlo

Il bonus potrà essere richiesto da studenti, lavoratori e pensionati per l’acquisto di un abbonamento annuale o mensile per il trasporto pubblico su ferro o su gomma entro il 31 dicembre 2022

Dal mese di settembre, non è ancora stata resa nota la data di inizio, sarà possibile per tutti gli utenti del trasporto pubblico richiedere un bonus per la mobilità. Il buono del valore massimo di 60 euro potrà essere utilizzato entro il 31 dicembre 2022 per l’acquisto di un abbonamento annuale, mensile o relativo a più mensilità per il trasporto pubblico.

Il ministro del Lavoro ha descritto questa misura come un sostegno concreto per studenti, lavoratori, pensionati e per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico, su gomma e su ferro. Il ministro ha lasciata aperta la possibilità di rendere questa misura strutturale anche per il prossimo anno. A questo si è aggiunto il ministro delle Infrastrutture che ha definito questa soluzione come una occasione per incentivare l’uso del trasporto pubblico locale ed è un esempio di provvedimento che, si auspica, produrrà ricadute positive anche dal punto di vista della sostenibilità sociale e ambientale.

Il provvedimento

Con Decreto Legge n. 50 del 17 maggio 2022 (il cosiddetto Decreto Aiuti, art. 35), convertito con modificazioni in Legge n. 91 del 15 luglio 2022 è stato istituito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con i Ministeri dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, il “Bonus trasporti”. Lo scopo della “misura sociale” è sostenere il reddito e contrastare l’impoverimento delle famiglie conseguente alla crisi energetica in corso. Per sostenere questo bonus sono stati stanziati 79 milioni di euro.

Chi può richiederlo

Il bonus potrà essere richiesto tramite SPID o CIE da tutte le persone fisiche che nell’anno 2021 hanno avuto un reddito complessivo non superiore a 35mila euro. Il buono previsto dal Decreto potrà essere così utilizzato per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale ovvero per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

A quanto ammonta

Il buono può essere pari fino al 100% della spesa da sostenere ed è riconosciuto, in ogni caso, nel limite massimo di valore pari a 60 euro per ciascun beneficiario per l’acquisto eseguito entro il 31 dicembre 2022 di un solo abbonamento, annuale, mensile o relativo a più mensilità (restano esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino).

Dove richiederlo e come usarlo

Potranno ottenere il bonus trasporti accedendo al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, tramite SPID o CIE, fornendo le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista. Il buono emesso tramite il portale è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato; il quale a sua volta accede al portale verificandone la validità. In caso positivo viene subito rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito dal beneficiario stesso.

I più popolari su intoscana