Enogastronomia/

Boom del vino Chianti: un anno di crescita e incassi da record

Nel 2017 sono stati venduti 13 milioni di litri in tutto il mondo, per un incasso di circa 70 milioni di record e la crescita nella grande distribuzione più alta tra tutte le dop

Un 2017 da record per il vino Chianti, che nel 2017 ha segnato una crescita dell’8,5%, la maggiore tra tutte le denominazioni di origine protetta, mentre con oltre 13 milioni di litri è invece al secondo posto per le vendite nei supermercati dopo il Lambrusco.
 Sono i dati della ricerca sui consumi nella grande distribuzione, elaborata dall’istituto di ricerca Iri per Vinitaly, la fiera del vino che si terrà dal 15 al 18 aprile a Verona.

E se il trend del Chianti si confermerà anche per il 2018 il vino toscano è destinato a diventare anche il re delle vendite. Inoltre il suo alto valore alla bottiglia, circa 4 euro, ha fatto raggiungere al Chianti anche il record degli incassi: quasi 70 milioni di euro.
Secondo i dati sulla grande distribuzione elaborati dal Consorzio Vino Chianti, da febbraio 2017 a febbraio 2018, la regione con più alti numeri di vendite è la Lombardia con quasi 4 milioni di bottiglie vendute, al secondo posto la Toscana con 3,3 milioni. 

“Siamo soddisfatti del trend in forte crescita del nostro vino nella grande distribuzione – dice Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – questi numeri rilevano il consolidamento di anno in anno di quest’eccellenza toscana sul mercato. Continueremo a lavorare per incrociare nuova domanda e offerta. Il Consorzio ha il fondamentale compito di raccontare il prodotto del nostro territorio, far conoscere un brand che tiene alto il nome della Toscana nel mondo”.

Topics:

I più popolari su intoscana